News Lecce

Home » Puglia Notizie » News Lecce » Xylella, da Presicce una nuova battaglia al batterio killer

Xylella, da Presicce una nuova battaglia al batterio killer

Xylella, da Presicce una nuova battaglia al batterio killer

Nuovi passi nella lotta alla Xylella provengono dal Salento. Coldiretti ha presentato a Presicce, in provincia di Lecce, una nuova linea di ricerca anti Xylella che punta sugli ulivi selvatici per una possibile convivenza col batterio killer. Questo è possibile grazie al Dna di alcuni olivastri e alle tante nuove potenziali varietà originate da semenzali spontanei sul territorio. La ricerca, partita da un’intuizione dell’imprenditore agricolo Giovanni Melcarne, è stata condotta da Cnr (Ipsp di Bari e Ibbr di Perugia), Università di Bari e centro “Basile Caramia”. Ad accendere l’interesse dei ricercatori, il ritrovamento in zone fortemente contaminate dal batterio, di 10 esemplari unici di olivastri asintomatici negli agri di Presicce, Ugento e Castrignano del Capo, risultati tutti negativi alle analisi per Xylella (ripetute tre volte in un arco temporale di sei mesi). I dieci olivastri (o semenzali) sono stati intercettati dopo una perlustrazione capillare di “selvatici” e si trovano tutti vicino a ulivi risultati dalle analisi in laboratorio carichi di batterio.

Per Coldiretti la speranza è trovare soluzione ‘genetica’

Il progetto ha avuto il suo prologo in settembre sempre a Presicce, in località Masseria del Feudo, quando in un campo sperimentale di 12 ettari erano stati innestati 1.000 ulivi secolari con 250 varietà, di cui 220 italiane (moltissime dop) e 70 delle quali pugliesi e salentine, per un totale di circa cinquemila innesti. Tra le varietà anche cloni delle cultivar autoctone, Ogliarola e Cellina, per redigere una scala di tolleranza del batterio. Il progetto si chiama ‘Quick test’ perché si sfrutta il piede (la base del tronco) infetto di Ogliarola per trasferire meccanicamente e velocemente il batterio nell’innesto, accelerando così in termini di tolleranza e resistenza la risposta della cultivar innestata.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia