News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Unioni civili nel regolamento comunale a Massafra, aperti siti culturali

Unioni civili nel regolamento comunale a Massafra, aperti siti culturali

Unioni civili nel regolamento comunale a Massafra, aperti siti culturali

L’ultima seduta del consiglio comunale di Massafra ha visto un’importante svolta decisionale. Il consiglio ha infatti deliberato a favore del Regolamento per la celebrazione dei matrimoni e la costituzione delle unioni civili. Al regolamento ha fatto seguito un incremento di date e siti in cui si ha la possibilità di effettuare le cerimonie stesse. Grazie al nuovo regolamento sulle unioni civili sarà possibile celebrare le stesse e i matrimoni in siti di interesse storico e di valore culturale in città.

Una nuova possibilità per i cittadini di Massafra che desiderino celebrare nozze e unioni civili a Palazzo De Notaristefani, nella sala al primo piano, nel chiostro e nella corte, nella stessa sala consiliare, nella chiesa di Sant’Agostino, nella corte del castello, in piazza Santi Medici, sulla terrazza dello stesso teatro comunale affacciata sul villaggio Santa Marina. Sono questi infatti i luoghi aperti ad accogliere celebrazioni speciali, anche nell’ottica del rinnovato interesse sviluppato nei confronti della regione Puglia in questi ultimi anni.

La regione infatti durante la scorsa estate è stata meta prediletta per una serie di personaggi famosi, giunti proprio nel Tacco dello Stivale per celebrare compleanni e altre ricorrenze. Un matrimonio da favola ha avuto inoltre luogo nel Lido Santo Stefano a Monopoli, a fine agosto, attirando sulla regione Puglia lo sguardo incantato di tutta la nazione. Celebrazioni sontuose e festeggiamenti per tutta la settimana hanno fatto da sfondo ad un matrimonio da 25 milioni di dollari, un sogno ad occhi aperti su una delle più belle spiagge pugliesi.

Il regolamento di Massafra si inserisce alla luce di questi dati, nella serie di iniziative in linea con l’esaltazione del valore patrimoniale pugliese, accogliendo le eventuali richieste di stranieri che vorranno celebrare in città la propria unione. Per quanto concerne le tariffe, i cittadini di Massafra saranno privilegiati rispetto ai forestieri.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità

Eventi e sagre

Ricette pugliesi

Notizie rilevanti

Promo Aziende

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia