Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Otto e ottagoni, numeri e forme tra i misteri di Castel del Monte

Otto e ottagoni, numeri e forme tra i misteri di Castel del Monte

“Il Castel del Monte presenta una planimetria unica nel suo genere, dove l'otto e l'ottagono sono simboli chiave.”
Otto e ottagoni, numeri e forme tra i misteri di Castel del Monte

Il Castel del Monte, alle porte di Andria, è stato da sempre oggetto di attenzione da tutti gli appassionati di esoterismo e magia, per via della serie di particolari caratteristiche che rendono il monumento un luogo enigmatico e affascinante, isolato, sulle Murge settentrionali. L’alone di mistero che avvolge la costruzione è sempre stata tale che in molti vi hanno supposto meravigliosi collegamenti con gli astri e voli pindarici con altri edifici sparsi per il mondo, tirando anche troppo teorie fasulle che, per quanto attraenti, poco avevano a che fare con la verità. Di diversa natura sono altri dettagli legati al mondo della numerologia e del simbolismo, come il suo legame con il numero otto, che ne indicano l’unicità e sottolineano come il suo ideatore, Federico II di Svevia, fosse un uomo edotto esperto di astronomia e cultura.

La pianta

Chiunque abbia ideato il Castel del Monte ha posto una grande cura ai dettagli, in particolare all’universo numerico che nel passato era preponderante in strutture dal forte valore spirituale. Il numero otto è proposto spesso, nella geometria della struttura, insieme alla figura dell’ottagono. La pianta ottagonale è avvolta da otto torri ottagonali, otto sale fanno parte del piano inferiore e altrettante di quello superiore, tutte intorno un cortile ottagonale con una vasca ottagonale.

L’ottagono e l’otto

L’ottagono e l’otto, nella semiotica, indicano la resurrezione, ed è per questo che ricorrono spesso in edifici di matrice religiosa e cosmologica. Spesso, nei templi sparsi in giro per il mondo, la forma quadrata viene fatta sormontare dal cerchio, a simbolo di come la terra sia posta sotto il cielo. Tra questi viene posto l’ottagono, a rappresentazione dell’uomo, che si interpone tra i due spazi. L’otto indica la pace, il ritorno eterno, la resurrezione, e nel Castel del Monte è un protagonista assoluto. La cappella di Aquisgrana, dove Federico II di Svevia fu incoronato imperatore, possedeva non a caso le stesse sagome, ispirando indubbiamente il progetto del maniero andriese. Qui il numero otto è presente anche in innumerevoli dettagli scolpiti nella pietra, quasi impossibili da contare.

I misteri del Castel del Monte non si esauriscono con l’analisi del numero otto, tuttavia dipingono perfettamente il quadro d’insieme di una struttura altamente studiata, ricca di enigmi ancora oggi da decifrare.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia