News Lecce

Home » Notizie Puglia » News Lecce » Da Otranto a Porto Badisco in bici: presto una pista ciclabile

Da Otranto a Porto Badisco in bici: presto una pista ciclabile

“La pista sarà lunga circa 20 km.”
Da Otranto a Porto Badisco in bici: presto una pista ciclabile

Otranto e Porto Badisco saranno raggiungibili in bici grazie al nuovo progetto di 3.542.000,00 della pista ciclabile finanziata oltre che dai fondi regionali dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

Come commentato dal sindaco di Otranto Cariddi, si trasforma in realtà una semplice idea di mobilità lenta il cui progetto, immaginato in un masterplan, è ora ai primi posti nelle graduatorie di finanziamento nazionale.

Il percorso ciclabile che verrà realizzato sarà senza soluzione di continuità per 20 km e seguirà i percorsi delle litoranee attraversando il territorio che va da nord (Alimini) a sud (Porto Badisco).

I turisti, ha ricordato Cariddi, potranno quindi munirsi di biciclette con il servizio bike sharing che sarà realizzato in maniera completamente gratuita.

Pista ciclabile nelle vicinanze di Otranto

Questi i luoghi che potranno essere raggiunti:

  • Laghi, pinete e spiagge di Alimini
  • Baia dei Turchi
  • Orte
  • Lago di Bauxite
  • Faro di Palascia
  • Masseria Ceppano
  • Torre di S.Emiliano
  • Zona della Grotta dei Cervi

Non solo bici: i percorsi potranno essere utilizzati per passeggiate e trekking. Come da progetto, infatti, la pista a sud, che utilizzerà parte della carreggiata già esistente, opportunamente protetta e qualificata, senza nuova impermeabilizzazione di suoli, consentirà di immergersi nel paesaggio unico del Parco “Costa Otranto-Santa Maria di Leuca”.

I punti di interesse storici, paesaggistici, architettonici e culturali lambiti dalla pista ciclabile saranno opportunamente segnalati e raccontati, con aree di sosta dedicate, per favorire anche il riposo, provviste di rastrelliere portabiciclette, panchine e pannelli informativi.

“Realizzando la dorsale litoranea ciclabile – ha sottolineato il primo cittadino – che diventa l’elemento di connessione costiero di una fitta rete di sentieri già esistenti, rendiamo tutto il nostro territorio accessibile con una mobilità lenta e quindi sostenibile che renderà possibili lunghe passeggiate in bici e a piedi con i nostri figli e con i nostri amici e ospiti. Incentivare una mobilità compatibile con l’ambiente, sollecitando tutti ad abbandonare per un pò le automobili, consentirà di “vivere” l’ambiente che ci circonda e non semplicemente visitarlo, come spesso accade”.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento