News Bari

Home » Puglia Notizie » News Bari » Orto sociale per i disabili, aree verdi in tutta Bari e nei dintorni

Orto sociale per i disabili, aree verdi in tutta Bari e nei dintorni

Orto sociale per i disabili, aree verdi in tutta Bari e nei dintorni

L’utilizzo di un orto a scopi terapeutici a nella città di Bari non è cosa nuova, è a tale scopo che dal 9 aprile sarà avviato il progetto sociale “Tutti pazzi per l’orto 2”, dove saranno avanzate nuove esperienze di agricoltura per l’inclusione e la solidarietà.

I destinatari dell’iniziativa sono i disabili del capoluogo di provincia della regione e i loro familiari, che potranno svolgere attività di socializzazione, formazione e autonomia ponendo al centro l’ortoterapia. L’assessorato al Welfare aveva già avviato 4 diversi orti sociali, e tra qualche giorno aggiornerà il panorama barese con la presenza di 3 nuove aree dedicate. Sono gli orti gestiti da “Effetto Terra”, in collaborazione con la cooperativa sociale “Arcoiris”, siti a Japigia, San Pasquale, San Paolo e alla Stanic, nell’ambito delle attività realizzate dalla Casa delle Culture. “Tutti pazzi per l’orto 2” prevede una serie di attività sociali per persone disabili dove, curando il loro terreno, potranno sperimentare esperienze sociali e formative.

Gli orti neonati sono stati allestiti nel centro diurno della Stanic, nel “Parco Campagneros” e nell’orto urbano “La Sana Verdura”, a San Pasquale e a Japigia, date in gestione dal Comune all’associazione “Effetto Terra”. Il progetto è destinato anche alle persone con disabilità giudicate tra le più gravi, che possono avere problemi con lo svolgere un lavoro o con l’andare a scuola. Ogni spazio coltivabile sarà facilmente raggiungibile dalle eventuali carrozzine essendo incassato in particolari scatole in legno. Persone con disabilità, volontari, residenti del quartiere, cercheranno insieme di tenere in vita l’orto di quartiere, sperimentando nuove tecniche di coltivazione e manutenzione.

Il progetto di svolgerà in via parallela a “L’Orto Speziale”, sempre finanziato dall’assessorato al Welfare nell’ambito della Casa delle Culture, condotto dall’associazione “Ortocircuito”. Qui si cercherà di coltivare prodotti poco comuni sul suolo italiano, solitamente appartenenti ai paesi di origine dei migranti coinvolti nell’iniziativa. Sarà un’esperienza dedicata al dialogo interculturale e allo scambio, educando al rispetto delle differenze. Una realtà simile sta prendendo piede a Santa Rita, dove più di 50 anziani hanno adottato un terreno incolto realizzandovi un orto e un giardino i cui fiori e ortaggi sono a disposizione di tutti i pranzi sociali del quartiere. A Bari è esplosa la mania della coltivazione, che ad ora ha solo portato ad esperienze formative e positive per tutti.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia