News Bari

Home » Notizie Puglia » News Bari » David 2021: migliore canzone originale a Checco Zalone

David 2021: migliore canzone originale a Checco Zalone

“L'artista di Capurso è stato premiato per la sua canzone Immigrato.”
David 2021: migliore canzone originale a Checco Zalone

Il David di Donatello 2021 per la migliore canzone originale è stato vinto dal pugliese Luca Medici. Con la sua “Immigrato”, l’artista di Capurso (in arte Checco Zalone) ha battuto anche la favorita Laura Pausini con la sua Io sì.

Un riconoscimento, quello di Luca Medici, che stando a quanto ironicamente dichiarato, non si aspettava neanche lui. Subito dopo la premiazione, in collegamento da casa e con la solita simpatia che lo contraddistingue, ha preso parola annunciando: “Se lo sapevo venivo. I miei famigliari dormono, non gliene frega niente che ho vinto”.

Il brano vincitore, spesso accostata alla canzone L’Italiano di Toto Cotugno, è la colonna sonora dell’ultimo film del comico pugliese, Tolo tolo, al 25esimo posto nella lista dei film con maggiori incassi del 2020 a livello mondiale.

Con oltre 16 milioni di visualizzazioni su YouTube, il brano racconta la giornata di un italiano medio (Checco) a cui un immigrato chiede continuamente l’elemosina: dal supermercato al distributore di benzina ogni occasione è buona per una moneta.

Testo di “Immigrato” di Checco Zalone

Questo il testo completo della migliore canzone originale dei David di Donatello 2021:

All’uscita del supermercato
Ti ho incontrato
“Il carrello lo porto io, lo porto io”Al distributore di benzina “metto io, metto io”
Monetina

Al semaforo sul parabrezza
C’è una mano nera con la pezza
E ritrovo quel tuo sguardo malandrino che mi dici
“C’ha due euro per panino”

Immigrato
Quanti spiccioli t’avrò già dato
Immigrato


Mi prosciughi tutto il fatturato

Poi la sera la sorpresa a casa
Al mio ritorno
Ti ritrovo senza permesso nel soggiorno “amico mio”
Ma mia moglie non è spaventata, anzi
Sembra molto rilassata
E ritrovo quel suo sguardo malandrino
Che faceva quando
Quella roba lì, la faceva, oh, la faceva

Immigrato
Sembra proprio che ti sei integrato
Immigrato
Favorisci pure l’altro lato
Immigrato
Ora dimmi perché mi hai puntato

Potevi andar dal mio vicino pakistano
O a quel rumeno in subaffitto al terzo piano
Ma hai scelto me
Il mio deretano
Dimmi perché
Perché, perché, perché, perché, perché?
Prima l’italiano

Immigrato
Chi ha lasciato il porto spalancato?
Immigrato
Ma non t’avevano rimpatriato?
Immigrato
Immigrato

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento