Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Castello di Bisceglie, fortezza a pochi metri dal mare

Castello di Bisceglie, fortezza a pochi metri dal mare

“Dopo anni di incurie e abbandono, il castello di Bisceglie è ora tornato a splendere.”
Castello di Bisceglie, fortezza a pochi metri dal mare

Ingiustamente offuscato dai più conosciuti manieri di Trani e Barletta, il castello di Bisceglie è una struttura di altrettanta bellezza e che nasconde tra le sue mura una travagliata storia che merita di essere conosciuta.

Scopri di più su:
Castello di Trani, la fortezza di Federico II sul mare
Castello di Barletta, il maniero circondato dal fossato

Dubbi sulla datazione

A rendere affascinante questa fortezza ci pensano le numerose incertezze circa la datazione della sua costruzione. Se alcuni studiosi hanno ipotizzato che il castello di Bisceglie sia stato edificato nell’XI per volontà del conte normanno Pietro I, che intorno al 1060 avviò i lavori della torre maestra, altri ritengono che l’impianto casellare prese effettivamente corpo e forma durante la prima metà del XIII secolo, durante il periodo svevo e nelle vicinanze della già esistente torre normanna.

Ad essere certa, invece, è la sua collocazione, volutamente posta su un banco roccioso situato in prossimità di un’antica lama che lambiva verso il più antico nucleo urbano della città di Bisceglie.

Modifiche alla struttura originaria

Epoca angioina

Dubbi sulla datazione a parte, questa fortezza ha visto la sua primordiale struttura essere trasformata da alcuni lavori di ampliamento realizzati durante il periodo angioino, così come testimoniato dallo stemma di Carlo I presente sulla porta di accesso della torre ad ovest e di un’iscrizione incisa sulla ghiera del portale ad arco acuto del palatium.

Epoca aragonese

Ulteriori modifiche sono poi state apportate durante l’età aragonese, quando il maniero è stato sottoposto a nuove trasformazioni per soddisfare le esigenze di quei tempi.

Da fortezza medievale a luogo di uso civile

Nonostante gli interventi, però, ci si rese conto che la struttura non fosse adatta per sostenere le armi da fuoco, motivo per il quale il castello di Bisceglie perse la sua principale funzione militare e diventò luogo destinato all’uso civile.

Il declassamento della fortezza continuò anche per tutto il Settecento, quando il castello subì alcune trasformazioni e alterazioni da parte di alcuni privati cittadini che decisero di demolire alcuni corpi di fabbrica presenti tra la torre maestra e quella angolare per lasciare spazio a costruzioni di uso civile.

Il castello di Bisceglie oggi

Nel Novecento, invece, all’interno del maniero lavoravano alcuni artigiani del legno, mentre la torre angolare settentrionale fu addirittura adibita a forno per la panificazione. Le restanti zone del castello sono state sottoposte a lavori di restauro a partire dal 1982 e che sono proseguiti, tra interruzioni varie, fino al 2016.

In seguito ai lavori progettati dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici della Puglia, il castello è tornato ad essere considerato come un importante punto di riferimento per tutta Bisceglie.

Il suo fascino, dopotutto, nonostante le continue modifiche realizzate, resta intramontabile.

Foto: Castello di Bisceglie (Facebook)


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento