Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Bari, le 10 cose da fare nel capoluogo di Puglia e dintorni

Bari, le 10 cose da fare nel capoluogo di Puglia e dintorni

Oggi il nostro viaggio ci porta alla scoperta delle bellezze presenti nel capoluogo di Puglia e dintorni. La Puglia è una delle regioni più belle d’Italia e ha le spiagge più incantevoli del meridione. Un solo nome basta, “Maldive del Salento“, per capire la bellezza di queste coste.

La città di Bari non è da meno in quanto a fascino e racchiude in se le tradizioni e la genuinità di una regione come la Puglia. Adagiata sul mare, con i suoi panorami emozionanti e il suo centro storico conserva sorprese, leggende, arte e tanta storia. Se è la prima volta che visiti Bari, ti suggeriamo quali sono le le 10 cose da fare e vedere nel capoluogo di Puglia e dintorni.

Dieci cose da fare a Bari

  1. Fare un tour a Bari Vecchia
    Bari vecchia è nota per essere una sorta di labirinto con il suo dedalo di strade e viuzze, che per chi non è del luogo potrebbe sembrare difficile uscirne. Devi sapere, anche se sembra incredibile, che il centro storico di Bari pare fosse stato pensato esattamente a questo scopo. L’obiettivo era quello di non far fuggire dei galeotti che non erano tenuti in carcere per mancanza di spazio e venivano lasciati liberi in questo intricato percorso, del quale era quasi impossibile trovare l’uscita. Lo provano anche alcune pietre che si trovano ai lati delle strade e che sono dette “chianche”. Queste erano utilizzate per capire che direzione prendere in base alla zona in cui era disegnata con il colore bianco o il nero. In base a questo si poteva comprendere quale direzione prendere per andare fuori o raggiungere un’altra zona del centro. L’impianto di Bari Vecchia è di origine medioevale e la sera diventa ancora più suggestiva con le luci soffuse. È qui che incontrerai turisti e abitanti del luogo che si spingono fino al lungomare per godere della brezza estiva serale.
  2. Una visita al castello svevo
    Proprio a Bari Vecchia potrai visitare l’imponente castello svevo, che è anche uno dei siti più visitati e amati della Puglia. Fu costruito nel 1156, ma distrutto in buona parte e recuperato da Federico II di Svevia nel 1223. Oggi si può visitare e notare che si mantiene in ottime condizioni. Si accede attraverso un ponte che oggi è in pietra, ma un tempo era levatoio e in legno. Come tutti i castelli di epoca medioevale, anche questo era circondato da un fossato pieno d’acqua per difendersi dagli attacchi dei nemici. Al suo interno sono anche esposte delle miniature di alcuni tra i monumenti più noti della Puglia.
  3. Una passeggiata sul lungomare
    Per apprezzare la bellezza di Bari durante le tue vacanze in Puglia, non potrai fare a meno di una camminata sul lungomare. Non solo da qui si ammirano spettacolari tramonti sul Mar Adriatico, ma anche diversi palazzi signorili in stile liberty che si affacciano sulle strade che collegano il porto vecchio con quello nuovo. Inoltre ci sono dei palazzi molto eleganti, tra cui quello dove ha sede la Provincia e l’Albergo delle Nazioni. Il lungomare fu costruito nel lontano 1927 e ancora oggi rappresenta il punto d’incontro e convivialità sia per i baresi che per i turisti.
  4. Visitare la basilica di San Nicola di Bari
    Il santo patrono della città conosciuto in tutto il mondo è Nicola e a esso è dedicata la basilica. Al suo interno sono conservate anche le spoglie di San Nicola di Myra, che altro non è che il Babbo Natale che tutti i bambini attendono per i regali. Ogni anno viene visitato da migliaia di pellegrini anche russi, ed è per questo che qui si celebra messa anche nel rito ortodosso. Tutto questo è un fatto eccezionale, in quanto solo in questa chiesa è permesso celebrare con due riti differenti. La basilica è in stile romanico e al suo interno è conservato anche il tesoro di San Nicola, creato con le donazioni e i lasciati dei fedeli. Un’usanza molto sentita dai fedeli è l’acquisto della cosiddetta “manna” di San Nicola. Si tratta di boccette che contengono l’acqua che sgorga nei pressi dove si trovano le spoglie del santo. In realtà durante l’anno la quantità che si raccoglie è poco più di mezzo litro e la tradizione vuole che sia particolarmente benefica per il fisico e per la mente. Le boccette nelle quali viene venduta sono molto caratteristiche e possono rappresentare dei souvenir assai particolari.
  5. Le bellezze di Bari sotterranea
    Bari nasconde un cuore sotterraneo che racconta chiaramente la sua storia fin dall’antichità. Per visitare questa parte molto affascinante della città, potrai affidarsi alle guide esperte che ti accompagneranno in un’avventura emozionante.
    Il percorso parte dal castello normanno svevo, da cui si entra nel dedalo di cunicoli fitto almeno quanto quello superiore. Ti protrai accorgere che, come accadeva spesso, tutta la città è stata costruita soppiantando quello che c’era sotto. Ne sono la prova, per esempio, i resti di una chiesa paleocristiana sulla quale è stata costruita la stessa attuale basilica.
    Nell’itinerario potrai vedere da vicino una capanna in legno molto antica e quindi i resti delle mura di altre costruzioni in epoche diverse. In alcuni punti ci sono incredibili mosaici arrivati intatti fino ai giorni nostri.
  6. Mangiare le orecchiette con le cime di rapa
    Se ti trovi a Bari non puoi fare a meno di gustare le famose orecchiette fatte in casa con le cime di rapa. Sono il piatto tipico non solo di Bari ma della Puglia intera e questo significa che in qualsiasi ristorante troverai certamente qualcuno che ti servirà questo vera prelibatezza. In alternativa potresti farti invitare da una delle donne che solitamente preparano le orecchiette sull’uscio di casa adagiandole poi al sole per farle seccare. È un’usanza molto radicata quella della lavorazione “per strada” che non è difficile incontrare nei vicoli di Bari vecchia. Il cibo si lega indissolubilmente con gli eventi dell’estate in Puglia. Le sagre su tutti i prodotti tipici non mancano, e anche le feste dedicate ai patroni e quelle organizzate con spettacoli in piazza, giochi pirotecnici, rassegne, incontri, musica occupano ognuna della sere che vorrai trascorrere in questa splendida cornice della Puglia.
  7. La colonna infame
    Il nome ti potrebbe riportare alla mente qualcosa, ma è a Bari che si trova la famosa “colonna infame“, precisamente in Piazza Mercantile. In mezzo ai palazzi che riflettono la luce del sole con il loro candore, noterai una vecchia colonna in marmo detta anche “della giustizia“. Qui venivano legati e messi alla gogna coloro che non era riusciti a pagare i loro debiti. La colonna è poggiata su quattro gradoni e vicino c’è la statua di un leone legato simbolo di giustizia e quindi una sfera.
  8. Una visita a Polignano a Mare
    Polignano a Mare dista pochi km da Bari ed è uno dei centri balneari della Puglia più belli in assoluto. Non si tratta solo di fare il bagno nelle sue spiagge incastonate tra le falesie, ma anche di visitare il borgo con le sue case a strapiombo sul mare, le sue chiese antiche, il lungo mare che offre un panorama marino con il grande scoglio “dell’Eremita”. Il tempo tra le sue vie e le minuscole piazzette sembra essersi fermato.
  9. I trulli di Alberobello
    Alberobello è un luogo di una bellezza unica e dal ’96 patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. È qui che potrai vedere da vicino le antiche costruzioni rurali dei trulli. La loro forma conica caratterizza tutto l’abitato, in decine di esemplari di varie misure. La tradizione vuole che si reggano per una tecnica di costruzione a secco, sia dei muri che della copertura. Il trullo più grande e anche l’unico conosciuto che abbia due piani si trova al centro del borgo e al suo interno c’è un museo. Nei trulli ci sono negozi, bar, trattorie, che ti invitano a gustare i piatti della tradizione culinaria locale ed è tutto molto caratteristico. L’unico edificio che non ha la forma di un trullo è la chiesa in onore dei santi Cosma e Damiano, costruita a metà del ‘800. Sulla mappa della Puglia noterai che da Alberobello non sono lontane le favolose spiagge del Salento.
  10. Scendere nelle grotte di Castellana
    Le vacanze in Puglia a Bari non saranno tali se non ti avventurerai nelle Grotte di Castellana. La loro profondità è di circa 100 m e la più famosa è quella di “alabastro”, mentre la più grande è quella della Grava, da cui si accede direttamente dalla superficie. Il paesaggio sotterraneo delle grotte ha qualcosa di magico e misterioso e diversi saranno gli ambienti che potrai ammirare, fino a quello più profondo chiamato “La grotta bianca“. Se controlli la mappa del Salento ti accorgerai che da qui non sei molto lontano dalle sue spiagge. Le vacanze in Puglia infatti non possono non includere qualche giorno dedicato al mare del Salento. Ti abbiamo dato solo un “assaggio” di cosa vedere in Puglia e ora sai quello che troverai a Bari, dopo il quale potrai prepararti per trascorre il resto delle vacanze in Salento.

Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia