Puglia Blog

Home » Puglia Blog » La Puglia d’Inverno: cosa visitare nel Tacco dello Stivale in questi mesi

La Puglia d’Inverno: cosa visitare nel Tacco dello Stivale in questi mesi

La Puglia d’Inverno: cosa visitare nel Tacco dello Stivale in questi mesi

Chi pensa alla Puglia d’Inverno non può non pensare ad una serie di immagini, come la cultura culinaria particolare e spesso unica, gli straordinari panorami spesso e volentieri invidiati da forestieri e turisti. Ma una regione, una qualsiasi regione, sovente diventa famosa per lo più per ciò che riesce a valorizzare, lasciando sommersi diversi tesori che aspettano solo il passante giusto per essere scoperti. Ed ecco che paesaggi rurali e città riscoprono un valore che trascende il mare o la cucina per dare spazio a panorami unici e pittorici ed esperienze particolari anche nelle stagioni fredde.

I trulli di Alberobello, conservano un fascino incantato esaltato ad esempio dalle sporadiche e per questo affascinanti nevicate che talvolta interessano la zona. I trulli sono strutture che è difficile trovare altrove, retaggio di una cultura medioevale particolare e le loro origini non sono mai state particolarmente chiare. Esistono trulli persino preistorici ed il primo documento che ne descrive e ne ritrae uno risale al 1840. Attualmente patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO, il turismo nella regione dei trulli diviene fiorente giunto l’inverno, quando la neve colora le strutture della città, tingendole di un bianco poetico e la città è addobbata a festa. Un velo di romanticismo galleggia nel clima mite del territorio mentre sembra di camminare sospesi tra nuvole in un’ambientazione davvero irripetibile.

O ancora in Puglia d’inverno non perdetevi Lecce, la Firenze del Sud. Una bellezza dalle origini barocche nell’entroterra salentino, dove si cammina immersi nella storia in un’ambientazione al limite del paesaggismo storico. Un tuffo nel passato proprio dove si è più lontani dal mare, laddove il tempo si è fermato ad anni or sono ma è proprio questa unicità incontaminata a rendere ogni passo nel centro storico della città un’esperienza da ricordare. Che nevichi o ci sia il sole le mura calcaree delle vie del centro restano raffinatissime decorazioni sempre da ammirare.

Salendo d’altitudine e passando all’altro capo dello stivale ci aspetta un’altra vista ed un’altra situazione, giungendo a Castel del Monte. Da un lato l’Adriatico in lontananza, poco oltre Barletta, dall’altro una vista sulle Murge, immersi in una città rustica e dal clima mite montano dalla forte presenza spirituale. Il castello di Federico II ad un passo dalle nubi ed in basso una distesa di verde a perdita d’occhio, che sfuma nella vicina Andria o verso altre località relativamente più distanti. Rilassante d’estate, unica d’inverno, con la luce del tramonto o in una giornata nuvolosa d’inverno. Il valore turistico della fortezza è inimitabile, ex casino di caccia dell’Imperatore delle due Sicilie, i cui panorami si estendono per chilometri.

Tornando in Salento anche per gli amanti del mare c’è la giusta soddisfazione. Anche in pieno inverno la lunghissima litoranea che parte da Otranto e termina a Santa Maria di Leuca: una terrazza quasi naturale, uno dei tour più gettonati ed apprezzati che passa dalla grotta Zinzulusa al borgo di Specchia fino al faro di Santa Maria, finibus terrae, che da fianco del suo santuario si staglia laddove Adriatico e Ionio si incontrano. Tutta la Puglia è un mosaico da ammirare pezzo per pezzo, il cui valore è esaltato dall’insieme delle sue particolarità. Che sia inverno o d’estate, la regione dei due mari è sempre un’esperienza da provare.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia