Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Diventare pasticcere in Puglia, una scelta dettata dalla passione

Diventare pasticcere in Puglia, una scelta dettata dalla passione

“Scopri come diventare pasticcere in Puglia.”
Diventare pasticcere in Puglia, una scelta dettata dalla passione
Tra le tante arti culinarie, la pasticceria è sicuramente quella che sviluppa maggiormente la multisensorialità. L’estetica in pasticceria è considerata al pari della bontà del gusto. In Puglia la pasticceria ha una tradizione che si perde nel tempo e, a buon diritto, alcuni dei dolci tipici pugliesi sono diventati un patrimonio nazionale.

Cercasi pasticceri in Puglia


Cercasi pasticcere in Puglia
Come molte altre arti in Italia sembra che la Pasticceria abbia pochi proseliti, per lo meno molti meno di quanto il mercato è in grado di assorbire. Infatti, le pasticcerie in tutta Italia, e la nostra regione non fa eccezione, cercano nuovo personale da impiegare. I candidati, però, scarseggiano. Sembra che diventare pasticcere in Puglia non sia tra gli obiettivi primari, e questo appare strano visto che il popolo di appassionati è in continua crescita. Forse qualcuno di questi appassionati non sta considerando che potrebbe trasformare la passione in professione e cominciare una nuova carriera.

Lavorare in pasticceria: tante soddisfazioni e incentivi


Lavorare in pasticceria, o come responsabile della linea dei dolci di un ristorante, è un lavoro che comporta un certo impegno. Si lavora spesso anche di sabato e domenica, ma di contro non mancano tanti tipi diversi di soddisfazioni e incentivi. Oltre ad un ottimo stipendio, il pasticcere ha la fortuna di fare un lavoro molto creativo, ricco di novità e stimoli e in assenza di noiosa routine. I complimenti dei clienti, come asserito da chi fa questo lavoro, sono come un secondo stipendio. E’ indicativo che dai sondaggi del 2021 è emerso che chi fa il pasticcere non farebbe nessun altro lavoro, al contrario chi è in un ambiente di lavoro meno “creativo” cambierebbe volentieri.


Diventare pasticcere: stipendio, carriera e impresa


Per chi ha il mestiere del pasticcere nelle mani non mancano le opportunità di lavoro. Dalla pasticceria artigianale al laboratorio, dalla linea dei dessert per ristoranti ed hotel fino ad arrivare ad aprire il proprio laboratorio, le opportunità di carriera sono molte.  Di sicuro fare carriera implica accumulare esperienze ed abilità, ma può avvenire nell’arco di pochi anni, a differenza di altre professioni dove in 10 anni si fanno scatti di livello, e stipendio, che possiamo definire ridicoli. Un pasticcere appena assunto, in Puglia come nel resto d’Italia, può contare in media su circa 1.200 euro netti al mese, ma con l’esperienza può arrivare anche a stipendi tra i 3.800 e i 4.000 euro netti al mese, al pari di alcuni Direttori di Banca o di un Sindaco di una città di 50.000 persone. Per chi poi decide di esportare la propria Arte all’estero, per un pasticcere italiano le porte del lavoro sono aperte in tutto il mondo e con stipendi che possono arrivare a toccare i 7.000 euro netti al mese in alcuni paesi. C’è anche chi, dopo alcuni anni di esperienza come dipendente decide di tentare l’impresa e aprire il proprio locale. In questo caso nel successo dell’impresa concorrono, oltre ad essere bravi a realizzare delizie, anche delle solide basi di marketing e amministrazione. Di sicuro le opportunità di avere soddisfazioni personali ed economiche non mancano.

Diventare pasticcere in Puglia: quali sono i requisiti


La passione è il primo requisito. A differenza di molte altre professioni è proprio “la voglia di fare questo lavoro” il fattore ricercato in modo primario dalle pasticcerie. La passione spinge a crescere, ad ascoltare, ad eseguire i compiti con cura. Tutti fattori spesso assenti in chi è in giovane età e ancora non sa bene cosa vorrà fare da grande: per questo l’età non è tra i requisiti essenziali.  La manualità e l’esperienza sono molto apprezzate ma c’è un fattore da ricordare: l’executive pasticcere è una sorta di re assoluto. Quando si entra in brigata sotto di lui è facile che i suoi metodi “sconvolgano” il nuovo arrivato: ogni pasticcere è un artista con i suoi segreti e ci si aspetta che l’apprendista sia pronto a lasciare le ricette imparate precedentemente per conoscere le nuove. Sembra quindi che gli unici veri requisiti siano la passione e la decisione di trasformarla in professione. Come confermano i più grandi pasticceri italiani, essendo un mestiere pratico, si diventa pasticceri “lavorando” più che su un banco di scuola. La gavetta da sempre è la migliore insegnante di questa Arte.

Come diventare pasticcere: da cosa partire


La pasticceria è un’impresa. Se un pasticcere cerca personale l’ideale sarebbe trovare una persona seria, già formata, che entra in brigata e fa il suo lavoro.  Ma come succede quando metti due galli in un pollaio non è facile professionisti che sappiano inserirsi con intelligenza ed umiltà dentro una brigata già formata. Dal sondaggio effettuato a marzo 2021, l’89% dei pasticceri forma da solo le nuove leve piuttosto che prendere personale già formato.  Lo stesso sondaggio ha messo in evidenza che prendere una persona nuova che non ha i principi chiave della merceologia, chimica, e pratica base della pasticceria è troppo oneroso per l’azienda: quando si insegna non si lavora e ci sono molti sprechi. Da dove prendono allora le nuove leve le pasticcerie?

Corsi per diventare pasticcere


La formazione professionale è la soluzione per persone con un’età superiore ai 18 anni e che vogliono trasformare la Passione in Professione. È da questa fonte che arriva il 65% dei nuovi pasticceri, il 24% viene dagli istituti alberghieri, l’11% sono persone che entrano in pasticceria senza una formazione specifica. L’Accademia Italiana Chef ha aperto a Lecce la sua sesta sede in Italia. Portando in dote l’esperienza di 10 anni di formazione professionale e i suoi format approvati dalla Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria e Cioccolateria, FIPGC. La sede di Lecce è infatti una Sede Ufficiale FIPGC, e tutti gli allievi pasticceri diplomati ricevono la tessera della Federazione e possono partecipare ai Campionati Italiani e Mondiali del settore, oltre a ricevere Master di Alta Formazione.  Il Corso di Pasticceria Professionale a Lecce è studiato su misura per portare l’allievo ad entrare nel mondo del lavoro nel più breve tempo possibile.

Diventare pasticcere in Puglia: qual è il percorso più diretto


Il programma del corso è progettato a Norma di Qualità Europea 21001 e prevede lezioni accademiche pratiche, certificato HACCP, uno stage curriculare di 400 ore e un esame finale per la qualifica. Oltre a questo l’Accademia ha scelto come docente un pasticcere Salentino DOC di fama ed esperienza, Luca Chiriaco, che arricchisce le lezioni con suggerimenti e accortezze che solo un grande professionista sa dare ai suoi allievi. Dopo oltre 10 anni di esperienza questo corso ha dimostrato la sua inviabile efficacia con l’85% degli allievi che trovano lavoro entro 2 mesi dal diploma. Si possono trovare diplomati di questo corso tra le fila di migliaia di paticcerie in Italia e nel mondo, comprese pasticcerie di eccellenza come Knam o Sal De Riso.

È il momento ideale per trasformare la Passione in Professione e diventare pasticcere Professionista.

Accedi ora alla pagina della scuola di cucina per avere maggiori informazioni.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento