Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Castello De Falconibus, maniero medievale di Pulsano

Castello De Falconibus, maniero medievale di Pulsano

“Antica fortezza del 1100, il castello di Pulsano continua a mostrarsi in tutta la sua imponenza.”
Castello De Falconibus, maniero medievale di Pulsano

Nel caratteristico centro storico di Pulsano, si scorge, quasi per caso, il suo castello. Il maniero, dalla pianta rettangolare, è stato idealmente costruito nell’angolo nord-est delle antiche mura pulsanesi, con il suo ingresso rivolto ad ovest, sulla piazza dove è stato edificato.

La fortezza, inizialmente formata dalla sola Torre Quadrata (conosciuta anche come Torre Massima), è stata costruita da parte della famiglia De Falconibus, che nel 1100 acquistò la struttura già esistenze e la ampliò costruendo altre quattro torri, ognuna diversa dall’altra.

Qual è la sua storia

Il castello, che ora si sviluppa su 3 piani, durante i diversi secoli della sua lunga vita, è diventato possesso di diverse famiglie locali. Venduto, nel 1350, a Ercole Petugy, che si operò le spese della ricostruzione della Torre Quadrata, il maniero tornò nelle mani dei De Falconibus, che, dopo la distruzione della fortezza avvenuta nel 1388, iniziarono a ricostruirlo nel 1400, per dei lavori durati fino al 1435.

Rispettando gli standard delle strutture difensive degli anni nei quali è stato costruito, il castello un tempo presentava un fossato e un ponte levatoio. Ulteriori modifiche, però, furono realizzate nell’Ottocento, quando il principe Giovanni Muscettola diede in affitto l’area del fossato ad alcune famiglie che lo usarono come orto. Le conseguenze di questa scelta possono essere notate ancora oggi: le mura a est della fortezza, infatti, sono oggi inglobate nel tessuto delle proprietà lì vicine.

La donazione del castello di Pulsano al Comune

Appartenuto ai Muscettola fino ai primi anni del Novecento, il castello di Pulsano è poi stato donato al Comune da Giovanni Giannone, che lo aveva inizialmente acquistato. A partire da quel momento in poi, dunque, il maniero è stato ristrutturato ed è oggi adibito a mostre d’arte.

Oltre alla sua gloriosa struttura, questa fortezza conserva ancora gli stemmi di due delle famiglie che si sono susseguite al suo interno: quello dei De Falconibus e quello dei Muscettola.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento