pulsano
Il litorale di Taranto e Manduria

Home » Cosa vedere » Il litorale di Taranto e Manduria » Pulsano e Marina di Pulsano, verde incontaminato e mari limpidi

Pulsano e Marina di Pulsano, verde incontaminato e mari limpidi

Pulsano, detto anche Puzanu in dialetto salentino, occupa l’area costiera salentina a sud di Taranto e rappresenta il maggiore dei comuni “Terre del Mare e del Sole”, associazione di città del Salento dove la natura incontaminata si unisce alla bellezza del mare divenendo centro turistico nevralgico e luogo perfetto dove trascorrere le proprie vacanze estive.

L’origine del nome

Il nome della città è probabilmente nato in epoca latina o medioevale, l’ipotesi che attualmente ottiene più credito è che il nome “Pulsano” nasca dalla frase “ab insigni abitantiumpulsu”, frase dedicata al polso forte degli abitanti, per lo stile di vita tipico del posto o per il gioco del braccio di ferro.

La Madonna dei Martiri

Il comune di Pulsano sorse dapprima sul mare, ma dovette spostarsi verso l’entroterra nel tardo Medioevo per via delle continue scorrerie dei pirati. Ogni anno è celebrata sul posto la Madonna dei Martiri, in onore di tutti i cittadini caduti durante gli scontri contro questi e i turchi che spesso ne assediavano le terre.

Marina di Pulsano

Sebbene il centro abitato disti due chilometri dal mare, avvolto da viti e ulivi secolari capaci di donare al territorio un fascino rustico e frugale, grazie i suoi sette chilometri e più di spiagge, e alle sue acque limpide, ha visto la nascita della frazione Marina di Pulsano, area marittima il cui punto focale è il turismo e le attrezzature ad esso dedicate, con una vista privilegiata sul mar Ionio e un alternarsi di cale sabbiose e scogliere. Luogovivo, La Fontana, Le Canne, Montedarena, Ospedale Capparone (o Villa Verde), Pezzarossa, Serrone, Lido Silvana, Terrarossa e Lido Checca sono le coste celebri, luoghi perfetti dove trascorrere la bella stagione, con spiagge incontaminate e sempre curate in ogni dettaglio.

Gli appassionati di storia troveranno nel centro abitato dell’entroterra la maggiore soddisfazione, potendo visitare la chiesa di Santa Maria La Nova, unica cittadina, riconosciuta come santuario mariano. Dedicata a san Trifone, con il suo alto campanile capace di dominare tutto il territorio e l’antichissima necropoli che sorge ai suoi piedi, è decisamente un luogo da visitare e ammirare. A Marina di Pulsano, invece, presso la chiesa Stella Maris, ogni 15 di agosto è possibile assistere a grandi celebrazioni, con fuochi artificiali e processioni in barche trasportanti una statua della Madonna.

È inoltre riconosciuto come luogo di grande importanza storica per la città il castello De Falconibus, situato al centro del paese, con la sua alta Torre Quadrata e il suo vasto territorio di caccia. Sulla guardiola di Porta Maggiore si può visitare la Torre dell’Orologio di Pulsano, avvolta dai resti delle mura antiche.

Pulsano non si fregia solo di grotte carsiche e spiagge limpide, ma anche del Bosco Caggione, una enorme area naturale formata essenzialmente da pini d’Aleppo contraddistinta da una fauna ricca di volpi e lepri, un vero e proprio polmone verde per gli amanti della natura.

Pulsano: cosa vedere

Chiesa di Santa Maria La Nova
Convento dei Padri Minori o Riformati
Chiesa Stella Maris
Palazzo Giannone
Mulino Scoppetta

Mappa

Pulsano: come arrivare

16 km a sud di Taranto attraverso la SP108

Collegamenti urbani con Taranto e Lecce




Il litorale di Taranto e Manduria › Altre località da visitare

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia