Lecce: Vive le cinéma
Eventi provincia Lecce

Home » Eventi Puglia » Eventi provincia Lecce » “Vive le cinéma”, torna a Lecce l’unico festival del cinema francese

“Vive le cinéma”, torna a Lecce l’unico festival del cinema francese

Vive le cinéma
Evento
Vive le cinéma
Località
Lecce (LE) - Chiostro del Rettorato - Chiostro del Convitto Palmieri
Data/periodo
dal 14 al 18 Set 2021
Orario
21:00
Ingresso
a pagamento

Da martedì 14 a sabato 18 settembre torna a Lecce Vive le cinéma, unico festival del cinema francese del Sud Italia.

La città della pietra dorata, culla del Barocco, ospita una straordinaria selezione di film, cortometraggi e documentari prodotti in Francia, cuore della settima arte in Europa, in un incontro che unisce storia e contemporaneo, appassionati e protagonisti del cinema, artisti e produttori.

Proiezioni, ma anche masterclass di approfondimento, percorsi di formazione sul campo per gli studenti universitari, intersezioni con le altre arti visive in un’esperienza trasversale e dal respiro internazionale. Un’occasione unica che trasforma il tempo del “divertissement” in una fucina creativa che ha già portato, negli anni, a importanti collaborazioni e connessioni, consolidando un vero “patto culturale” tra la Puglia e la Francia.

Vive le cinéma, qual è il programma

Martedì 14 settembre, protagonista della prima serata del festival è il film “Slalom”, che verrà presentato alla presenza dell’autrice Charlène Favier. Apre la serata il corto “Qu’importe si les betes meurent” di Sofia Alaoui.

Mercoledì 15 settembre, due corti e due lungometraggi per la seconda serata del festival. Dopo il corto d’apertura “Bruit blancs” di Thomas Soulignac, si entra nel vivo di uno dei temi centrali dell’edizione di quest’anno, il mondo dei giovani, con “Spring blossom” di Suzanne Lindon.

Il secondo spettacolo della serata si apre con il corto “Homme sage” di Juliette Denis, segue quindi il lungometraggio “Si le vent tombe” di Nora Martirosyan, ambientato in Nagorno-Karabakh, che attraversa le grandi questioni geopolitiche del nostro tempo intorno a un aeroporto sperduto nel nulla.

Giovedì 16 settembre è la serata dei documentari: dopo il corto d’apertura “Premier amour”, i lungometraggi “Marcher sur l’eau” di Aïssa Maïga, che sarà ospite della serata, e “La cravate” di Mathias Théry ed Étienne Chaillou, uno spaccato della vita politica della Francia contemporanea.

Venerdì 17 settembre ancora i giovani protagonisti sullo schermo del Rettorato: dopo il corto d’apertura “L’heure de l’ors” di Agnès Patron, il primo lungometraggio della serata, “Gagarin” di Fanny Liatard e Jérémy Trouilh, che racconta la storia di Youri, deciso a non rassegnarsi a perdere i propri sogni nella difficile periferia di Parigi. Il secondo spettacolo si apre con “Des Hortensias en Hiver” di Hélène Rastegar, quindi il documentario “Adolescentes” di Sebastien Lifshitz, che segue la crescita di Emma e Anaïs, migliori amiche nonostante sembrino non avere nulla in comune.

Sabato 18 settembre Vive le cinéma si chiude con “Josep”, atteso lungometraggio di finzione firmato da Aurel: la vita avventurosa dell’illustratore catalano Josep Bartolì che dopo la guerra civile in Spagna scappa in Francia per sfuggire alla dittatura, la cui storia attraversa il Novecento.

posizione

Mappa

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento