Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Vino e caldarroste, ragioni per aspettare l’autunno con gusto

Vino e caldarroste, ragioni per aspettare l’autunno con gusto

“Vino e caldarroste, una combinazione perfetta per riscaldarsi nonostante i primi freddi.”
Vino e caldarroste, ragioni per aspettare l’autunno con gusto

Vino e caldarroste, un’accoppiata vincente che da sola sa rappresentare pienamente lo spirito dell’autunno in tutta Italia e che in Puglia trova una sua dimora speciale, in particolare grazie ai vasti vigneti che impreziosiscono le campagne regionali portando ogni anno a tavola la pregiata bevanda alcolica amata da ogni abitante del territorio. Non un caso, che annualmente in questo periodo su tutto il Tacco d’Italia nascano sagre dedicate alla gustosa coppia.

Vino e Caldarroste

Con le temperature più fredde e autunnali basta davvero poco per riscaldarsi. Nei vigneti la raccolta di uve è un processo capace di unire tutti, in centinaia a popolare le campagne in attesa della pigiatura, mentre in città si diffondono le griglie che donano le tanto attese caldarroste a tutti i passanti. L’accoppiata nasce in particolare nel passato, quando entrambi i prodotti erano tra i pochi facilmente reperibili da parte degli abitanti più poveri della Puglia, in rapporto alle loro proprietà energizzanti. Il vino preferito era il rosso, notoriamente, poiché i tannini sono perfetti con la tipica pastosità della castagna, ammorbidendola.

Accoppiata vincente

Le caldarroste più gustose sono quelle tradizionali, preparate sulla griglia bucherellata, spesso reperibili semplicemente ai bordi delle strade, caratterizzati da un retrogusto amaro proprio per via della loro cottura. A questo punto è necessario, pertanto, abbinare una bevanda particolare, giovane e possibilmente frizzante, almeno con leggerezza. Negramaro e Primitivo sanno essere perfetti allo scopo in ogni caso, mentre le varietà di ricette con cui è possibile servire vino e caldarroste, durante i mesi autunnali, aumentano a dismisura.

Le varie ricette

Le castagne, per l’occasione, possono essere facilmente bollite e in seguito condite con cannella e zenzero, o accoppiate a erbe aromatiche. I cuochi provetti possono cimentarsi in un piatto ben più laborioso, servendo carne di maiale ben cotta o leggermente al sangue ripieni di purea di caldarroste, o polpettoni di carne di vitello, il tutto con vino rosso. Castagnacci, torte con marroni canditi, marron glaces, non possono che andare bene con una giovane bevanda a base di uva. L’autunno sta arrivando, è tempo di accendere le griglie e imbastire le tavole.


Data:



Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia