News Bari

Home » Puglia Notizie » News Bari » Videosorveglianza, a Bari un contributo dal Comune per i commercianti

Videosorveglianza, a Bari un contributo dal Comune per i commercianti

“Le telecamera di videosorveglianza permettono maggiore tutela agli esercenti.”
Videosorveglianza, a Bari un contributo dal Comune per i commercianti

I commercianti di Bari interessati a tutelare la propria attività attraverso i sistemi di videosorveglianza saranno aiutati anche per il prossimo 2019. L’amministrazione comunale ha confermato il finanziamento per l’imminente nuovo anno, grazie all’approvazione di una delibera che ha mandato alla ripartizione dello Sviluppo Economico di avviare tutte le procedure per l’emanazione del bando che prevede circa 40 mila euro da distribuire a tutti gli esercenti e agli artigiani che decideranno di apporre ai propri negozi delle videocamere di sorveglianza con l’obiettivo di avere una maggiore sicurezza durante le ore lavorative.

Chi può richiedere il servizio di videosorveglianza

Al bando possono partecipare tutte quei negozianti che hanno un punto vendita al pianoterra con un ingresso in affaccio sulla via della città. Esenti da questo finanziamento sono i negozi di grande distribuzione e le compravendite di oro, argento, metalli e altri oggetti preziosi. Anche i commercianti di armi, articoli militari, centri scommesse e sale giochi non possono richiedere il finanziamento. Una volta vinto il bando, si può partecipare allo stesso una sola volta: la cifra per la videosorveglianza verrà elargito una sola volta.

Le attività commerciali del capoluogo pugliese, grazie al bando che verrà messo in atto anche nel 2019, si sentiranno più tutelate e protette: questo aiuterà anche i dipendenti in una maggiore produttività durante le ore di lavoro. D’altra parte, con il sistema di videosorveglianza, anche i criminali e vandali desisteranno dalle loro imprese distruttive. Dopotutto, nel caso in cui il reato dovesse comunque compiersi, sarà importante assicurarsi immagini registrate per le indagini delle forze dell’Ordine.

Non verranno lasciati nel dimenticatoio neanche i negozi che hanno già ricevuto il contributo: questi verranno ascoltati per una verifica delle procedure e dell’effettiva utilità di questo bando.


Data:

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità

Eventi e sagre

Ricette pugliesi

Notizie rilevanti

Sconti e offerte

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia