News Foggia

Home » Notizie Puglia » News Brindisi » Vanity Fair consiglia 15 posti della Puglia da visitare

Vanity Fair consiglia 15 posti della Puglia da visitare

“Il periodico e la blogger Manuela Vitulli hanno redatto un elenco di posti da non perdere.”
Vanity Fair consiglia 15 posti della Puglia da visitare

Che la Puglia sia sempre sotto i riflettori delle più grandi riviste internazionali non è di certo una novità. Le località del Tacco d’Italia, infatti, sono spesso menzionate in importanti giornali mondiali, come ad esempio il National Geographic, Lonely Planet, The New York Times e il The Guardian. Tutte queste importanti testate, in più di un’occasione, hanno esaltato le località turistiche più note: Alberobello, Polignano a Mare, Ostuni, Lecce e Gallipoli.

Vanity Fair, invece, ha deciso di mostrare ai suoi lettori alcuni angoli pugliesi alcune bellezze meno conosciute. Per farlo, il periodico si è fatto aiutare da Manuela Vitulli, blogger di successo con oltre 119mila follower su Instagram, presentatrice MTV e, naturalmente, pugliese.

L’articolo scritto da Francesca Masotti dal nome: “15 luoghi in Puglia che ancora non conoscevamo: i consigli di Manuela Vitulli”, intende esaltare piccole realtà pugliesi che meriterebbero di essere conosciute e visitate.

La Puglia e le sue sfaccettature

Come scritto all’interno del pezzo, “Sono tanti i luoghi da visitare in Puglia, difficile fare una selezione. La regione offre tutto ciò che un visitatore possa desiderare: dal mare alla campagna, dalle città d’arte ai parchi nazionali, dai borghi da cartolina ai siti archeologici“.

Sebbene si sia dichiarata di parte, Manuela Vitulli ha ricordato come la Puglia sia un luogo unico. Che si decida di conoscere i trulli della Valle d’Itria, i trabucchi del Gargano, il barocco leccese o le spiagge paradisiache del Salento, il risultato sarà sempre lo stesso: grazie anche all’accoglienza e alla gastronomia pugliese, l’esperienza nel Tacco d’Italia sarà qualcosa di unico e raro.

15 località pugliesi che andrebbero visitate

Quali sono, dunque, le 15 località pugliesi che meriterebbero di essere conosciute? Questo l’elenco della blogger:

  • Giovinazzo, un borgo incantevole da non perdere se si amano le passeggiate sul lungomare, i porticcioli con le barchette colorate e la cultura;
  • Vico del Gargano, conosciuto anche come ‘paese dell’amore’, un gioiellino in pietra incastonato nel Gargano da visitare sia per il suo centro storico che per la gustosa specialità gastronomica locale, la paposcia;
  • Manfredonia, da vedere sia per il lungomare fiancheggiato da palme che per la suggestiva basilica di Siponto, costruita su un’antica basilica paleocristiana a sua volta edificata sui resti di un tempio pagano;
  • Gravina in Puglia, il cui paesaggio incastonato tra le rocce vanta oltre 10mila anni di storia;
  • Bovino, i cui vicoletti lastricati sono ricchi di suoi palazzi nobiliari, chiese ed edifici dall’architettura gotica;
  • Conversano, un gioiellino tutto da scoprire;
  • Molfetta, conosciuta per essere uno dei più importanti centri ittici della Puglia;
  • Manduria, conosciuta oltre che per il suo vino anche per chiese, conventi, parrocchie, palazzi storici, masserie e siti archeologici;
  • Grottaglie, famosa per la tradizione artigiana della ceramica da ammirare nell’omonimo museo nel Castello Episcopio, dove sono custoditi manufatti d’uso quotidiano, oggetti devozionali e sculture realizzati da artigiani locali;
  • Ceglie Messapica, paesino dell’entroterra brindisino circondato da trulli, masserie, grotte carsiche e ulivi che merita una visita per la sua eccellente gastronomia;
  • Laterza, la cui gravina è una delle più grandi e lunghe d’Europa, con numerose chiese rupestri e antiche abitazioni scavate nel tufo e nella roccia;
  • Taranto, città ricca di tesori culturali e con 2700 anni di storia;
  • Specchia, labirinto di vicoletti color pesca e scalinate;
  • Torre Sant’Andrea, uno dei luoghi più magici del Salento di cui è difficile non innamorarsi a prima vista;
  • Felline, posto dove il tempo sembra essersi fermato: rappresenta il Salento più vero, quello fatto di semplicità e di tradizione.

Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento