News Bari

Home » Puglia Notizie » News Bari » Valle d’Itria, aumento del turismo in alcune speciali località in Puglia

Valle d’Itria, aumento del turismo in alcune speciali località in Puglia

“Dati rilevati quelli sul turismo in Puglia nel corso dei primi sei mesi di questo 2018.”
Valle d’Itria, aumento del turismo in alcune speciali località in Puglia

Sono dati molto positivi quelli diffusi da Pugliapromozione dopo l’analisi sul turismo per quanto concerne i primi sette mesi dell’anno. La Regione Puglia si conferma anche per il 2018 uno dei posti preferiti dai turisti in Italia. Le cifre parlano chiaro con una crescita attestata intorno al +4,5% per gli arrivi e al +2% per le presenze in provincia di Foggia; per quanto riguarda la Bat siamo intorno al +4% e +8%, Bari registra un +4% e +6%, Brindisi -1% e +2%, Lecce +0,5% e -1,5% mentre Taranto +3% per quanto riguarda gli arrivi e +6% per ciò che concerne le presenze.

Le destinazioni

Si affermano nel frattempo una serie di destinazioni turistiche alternative, anche nello stesso hinterland regionale. Un vero e proprio mix dell’offerta sia a livello balneare che culturale contraddistingue città come Carovigno, San Giovanni Rotondo, Monopoli, Vieste, Polignano a Mare, Otranto, Conversano e Martina Franca. Insomma la Valle d’Itria si conferma una delle destinazioni predilette dai turisti. Riconosciuta ed apprezzata quest’area speciale della Regione Puglia ha già ottenuto un importante aumento di arrivi e presenze.

Alberobello

La città di Alberobello nel 2017 ha registrato più di 116.000 arrivi mentre la città bianca di Ostuni ben 400.000 presenze. Alberobello risulta vera e propria regina per gli arrivi in Puglia, mentre si sta lavorando per comprendere come intercettare i quasi due milioni di visitatori che nel corso dello scorso anno sono passati da Alberobello. Una sfida che i comuni della Valle d’Itria vogliono e devono cogliere. La città dei trulli detiene al momento una sorta di strapotere a livello turistico, molto probabilmente grazie anche al riconoscimento del sito come Patrimonio dell’Unesco, oltre che grazie ad attentissime politiche di sviluppo che favoriscono un turismo costante per tutto il corso dell’anno.

L’entroterra

La Puglia infatti non è soltanto costa e mare, la regione gode e vanta panorami indiscutibilmente straordinari anche nelle zone dell’entroterra e le stesse aree costiere conservano il proprio fascino per 12 mesi l’anno, anche nelle stagioni più fredde.

Il protocollo d’intesa

La sottoscrizione del protocollo d’intesa per la promozione condivisa della Valle d’Itria tra i sei comuni di Alberobello, Ceglie Messapica, Cisternino, Locorotondo, Ostuni e Martina Franca sicuramente si identifica come un utile strumento ma al contempo serve un vero e proprio sforzo condiviso. In Puglia sono cresciuti anche gli arrivi e le presenze a livello complessivo con un tasso d’internazionalizzazione del 25,8% con 2,3 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo per quello che riguarda lo scorso anno. Si riduce il potere di acquisto dei turisti provenienti dall’Italia per il calo carburante.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia