News Brindisi

Home » Puglia Notizie » News Brindisi » Un nuovo gasdotto tra Puglia ed Albania, ecco il progetto

Un nuovo gasdotto tra Puglia ed Albania, ecco il progetto

Puglia ed Albania non sono mai state così vicine. Il tutto sarà possibile grazie ad un gasdotto di 110 chilometri che partirà da una nave-rigassificatore ormeggiata a pochi metri dalla costa albanese e arriverà nel comune di Torchiarolo (Brindisi, ndr), connettendosi ad una rete Snam con altri 18 chilometri di tubazione interrata. Un ingente investimento di 660 milioni di euro che nei prossimi anni, grazie ad alcuni fondi privati italiani, potrebbe portare nel nostro paese dai 4 agli 8 miliardi di metri cubi di metano all’anno.

Michele Emiliano: “Costi contenuti e trasporta lo stesso gas di Tap”

Un progetto nato dalla Eagle LNG e presentato nella giornata di ieri a Roma nella sede della Regione Puglia, dove c’era anche Michele Emiliano. Il messaggio, a questo punto, appare chiaro: oltre ad un risparmio consistente nei costi rispetto al gasdotto Tap, avrà un impatto ambientale diverso sulle coste pugliesi. L’area individuata come probabile punto  di approdo, infatti, è poco popolata e si trova vicino al punto di connessione con la rete di trasporto di Snam Rete Gas. “Come rileva lo studio del fondale marino fatto dal gruppo Eagle – ha precisato il presidente della Regione Puglia -, ci sono altri luoghi dove la poseidonia non è presente e dove quindi possono approdare gasdotti. La favoletta che l’unico posto su 900 chilometri di costa dove far approdare il gasdotto Tap è solo Melendugno non ce la beviamo e adesso abbiamo anche il supporto tecnico di altre imprese che in epoca non sospetta avevano fatto questi accertamenti”. Il progetto è già autorizzato in Albania e attende le autorizzazioni definitive in Italia dai Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo economico. Se avrà il via libera, potrebbe essere operativo entro il 2020.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia