News BAT

Home » Notizie Puglia » News BAT » “Luoghi identitari”, 1 milione di euro per la salvaguardia del patrimonio

“Luoghi identitari”, 1 milione di euro per la salvaguardia del patrimonio

“Saranno 37 i progetti finanziati dalla Regione Puglia.”
“Luoghi identitari”, 1 milione di euro per la salvaguardia del patrimonio

La Giunta Regionale ha approvato un nuovo progetto, dal nome Luoghi identitari della Puglia, dal valore di un milione di euro.

Questa importante cifra verrà ridistribuita per le scuole della regione, per un totale di 37 progetti suddivisi tra cinque delle sei province del Tacco d’Italia.

L’avviso, promosso dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione, era stato rivolto alle scuole pugliesi di ogni ordine e grado ed era stato finalizzato a tutte quelle iniziative in grado di tutelare il ricordo delle traduzioni dei pugliesi anche nei più piccoli.

Valorizzazione dei beni culturali

Come ribadito dall’assessore regionale all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone, anche i giovani devono conoscere il patrimonio pugliese dal quale provengono. Il bando, dunque, è nato proprio per soddisfare questa esigenza: quella di aiutare gli studenti a interrogarsi sui beni culturali, su come utilizzarli e su come appropriarsene facendoli diventare un bene fruibile dalla comunità.

Ricapitolando, l’obiettivo di questo finanziamento sarà quello di individuare tutti quei luoghi del patrimonio storico e artistico presenti sul territorio e ritenuti di grande valore identitario per poterli poi, per mezzo dei progetti di fruizione innovativi, valorizzarli.

Quanti sono i progetti approvati

Tra le iniziative accettate per i Luoghi identitari della Puglia, i 37 progetti approvati sono così suddivisi:

  • 14 per la provincia di Foggia
  • 2 per la provincia di Barletta-Andria-Trani
  • 7 per la provincia di Bari
  • 2 per la provincia di Taranto
  • 12 per la provincia di Lecce

Una gara di passione civica

Come ha continuato a ricordare l’assessore Capone, l’intenzione della Regione era propria quella di indire una vera e propria gara di passione civica, con laboratori in cui i ragazzi e le ragazze, supportati dalle scuole, si interrogassero circa le proprie emozioni sui tesori di Puglia e provassero, tutti insieme, a proporre un altro destino per le meraviglie della regione. Oltre alla partecipazione attiva degli studenti, quella de “I luoghi identitari della Puglia” sarà anche un alternativo modo per recensire tutti quei posti da recuperare, che possono variare dalle chiese ai borghi, dai giardini ai vecchi casali, dai palazzi alle antiche corti.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento