News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Un miliardo per l’Ilva, braccio di ferro Renzi-Emiliano su Taranto

Un miliardo per l’Ilva, braccio di ferro Renzi-Emiliano su Taranto

“In queste ore si è conclusa la negoziazione tra la famiglia Riva e Ilva e oltre 1 miliardo arriverà dalla famiglia Riva come compensazione grazie al lavoro di tutte le autorità. Questi soldi, alla fine quasi 1,3 miliardi, andranno a risanare Taranto e l’Ilva“. L’annuncio dato dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi in diretta social da Palazzo Chigi ha causato reazioni e lasciato strascichi sul piano politico. La replica più piccata è maturata nelle stanze della Regione Puglia, per voce del governatore Michele Emiliano: “La Regione Puglia, di quel miliardo e seicento milioni di cui” il premier “parla, ha messo circa 800 milioni. Questi 800 milioni sono cose del passato. Io ho anche scherzato quando lui è venuto ad agosto e ha voluto rifirmare il patto per Taranto, proprio perché è tutta roba vecchia. Adesso rimpastare questa roba non ha senso”. Così Emiliano ha replicato a chi gli chiedeva di commentare le affermazioni del premier Matteo Renzi, secondo il quale il governo ha già stanziato per Taranto un miliardo e 600 milioni di euro. Emiliano ha poi precisato che “gli altri 800 milioni, quelli andati alla fabbrica e che anche il suo governo in parte ha stanziato, non si sa neanche come sono stati utilizzati. Quindi io al posto del presidente del Consiglio, piuttosto che gonfiarmi il petto nel dire che sono stati mandati alla fabbrica, cercherei di dire a me, che sono il presidente della Regione, e ai tarantini che cosa hanno fatto in fabbrica con quei soldi“.

“Oltre un miliardo per l’Ilva” annuncia il Premier, ma il Governatore pugliese non ci sta

Polemiche “assurde” le ha definite Renzi: “Noi siamo intervenuti in modo molto significativo, abbiamo messo 1,6 miliardi, di cui 1,3 risorse nazionali, 322 milioni dalla giunta Vendola e 7 milioni dalla giunta Emiliano. Si dice che noi avremmo tolto l’emendamento con 50 milioni in più: il presidente della Bilancio che è pugliese ha ritenuto inammissibile l’emendamento. Che cosa c’entra il governo?”. A mettere in soffitta, almeno per qualche ora, le polemiche è stata una fonte vicina al gruppo Riva, ch all’Ansa ha confermato l’annuncio del Premier: “Confermiamo l’esistenza di un accordo e che l’accordo è stato chiuso per un valore fra i 1,3 e 1,4 miliardi-si legge nella nota-E’ un accordo importante che sana i contrasti con le autorità e permette di costruire il futuro”. L’accordo ha coinvolto il gruppo Riva, le società di Ilva, il Governo e ha come oggetto le vicende giudiziarie di Taranto. Dopo l’accordo – secondo quanto si apprende – Riva trasferirà i fondi svizzeri a Ilva.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia