puglia
News Bari

Home » Puglia Notizie » News Bari » Turismo in Puglia, contributi per lo sviluppo di servizi turistici in regione

Turismo in Puglia, contributi per lo sviluppo di servizi turistici in regione

Sono stati prorogati i termini per la chiusura degli sportelli per le domande sulla misura di “creazione delle nuove forme di cooperazione per lo sviluppo e la commercializzazione dei servizi turistici”. Il nuovo termine dell’operazione è stato fissato al 30 settembre 2017, con la finalità di selezionare proposte finalizzate a progetti di promozione per pacchetti di offerta turistica per la valorizzazione e la diversificazione dell’offerta turistica specifica per quanto concerne l’analisi del fabbisogno e dell’esigenza che riguarda particolari aree rurali di riferimento, nel sostegno della destagionalizzazione per elevare il livello stesso dell’offerta turistica.

L’obiettivo di queste operazioni è quello di valorizzare la riscoperta multifunzionale e turistica di aree che ricadono nel territorio regionale, fuoriuscendo dai circuiti tradizionali di vacanza e di servizi turistici circoscritti alla stagione estiva. I beneficiari saranno coloro che rientrano in uno specifico raggruppamento che si andrà a costituire entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del BURP, ovvero il provvedimento di approvazione della graduatoria per l’ammissione all’istruttoria tecnico amministrativa, costituita da almeno due piccole imprese. Tutte le microimprese che vi aderiranno dovranno operare in ambito agricolo, della filiera alimentare nell’Unione e in altri settori che cooperano per la realizzazione degli obiettivi di quest’operazione e delle priorità politiche di sviluppo rurale.

Il soggetto beneficiario dovrà possedere contratto di rete, consorzi o società consortili e società cooperative. Coloro che richiederanno il contributo al momento della presentazione della domanda possono essere già esistenti, titolari di partita IVA, iscritti regolarmente al Registro delle Imprese della Camera di Commercio e quindi già attivo oppure di nuova costituzione, in possesso di un atto formale di impegno a costituirsi. La spesa minima ammissibile consiste in una somma non inferiore ai 30.000,00 euro ed il contributo sarà in conto capitale sullo stesso importo di spesa ammissibile. Il volume di investimento minimo e massimo ammissibile andrà da un minimo di 30.000,00 euro ad un massimo di 100.000,00 euro. Il provvedimento è esteso all’intera regione Puglia e vi si potrà accedere dal portale Sian sino al 30 settembre 2017, per la creazione di nuove forme di cooperazione per lo sviluppo e per la commercializzazione dei servizi turistici.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia