News Bari

Home » Notizie Puglia » News Bari » Tumore al pancreas non operabile: donna salvata al “Miulli”

Tumore al pancreas non operabile: donna salvata al “Miulli”

“La paziente è stata dimessa dopo sole 48 ore dall’intervento.”
Tumore al pancreas non operabile: donna salvata al “Miulli”

Una paziente di 72 anni, affetta da un tumore del pancreas non operabile, è stata trattata con successo all’Ospedale “F. Miulli” di Acquaviva delle Fonti con elettroporazione irreversibile, una moderna tecnica mininvasiva eseguita sotto guida TAC. La paziente aveva scoperto la patologia alcuni mesi addietro e, dopo diverse valutazioni in altri centri, il tumore era stato giudicato non asportabile chirurgicamente per la presenza di altre patologie concomitanti. Il team multidisciplinare del Miulli ha però effettuato una valutazione differente, decidendo di utilizzare questa particolare procedura per il trattamento del tumore del pancreas.

Elettroporazione irreversibile, in cosa consiste

L’elettroporazione irreversibile ha la particolarità di poter essere effettuata sotto guida TAC – senza alcun taglio cutaneo – e si basa sull’introduzione di due o più aghi sottili all’interno del tumore pancreatico. Tali aghi, attivati da un generatore, emettono impulsi elettrici che distruggono preferenzialmente le cellule del tumore, risparmiando strutture importanti come vasi e dotti.

La procedura, che è stata eseguita dall’Equipe di Radiologia Interventistica diretta dal dott. Riccardo Inchingolo con l’ausilio anestesiologico del dott. Vito Del Monte, è durata circa 90 minuti. La paziente è stata dimessa dopo sole 48 ore dall’intervento ed è ora in ottime condizioni generali. «Quando oramai tutti mi dicevano che non era possibile fare nulla, il dott. Inchingolo e tutto il personale medico e infermieristico dell’Ospedale Miulli mi hanno dato una speranza di cura», afferma la paziente. «Se oggi sto bene, lo devo a loro».

Il Miulli rappresenta attualmente un centro di riferimento per il tumore del pancreas, essendo uno dei pochissimi centri a livello nazionale in grado di offrire l’elettroporazione irreversibile sotto guida TAC come tecnica in affiancamento alla chirurgia, alla radioterapia e all’oncologia.“


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


2 commenti su “Tumore al pancreas non operabile: donna salvata al “Miulli”

  1. Maria Marino ha scritto:

    L’ospedale Miulli e’ gestito da personale professionale e qualificato😘😘😘😘😘😘❤️❤️❤️❤️

  2. Stefania ha scritto:

    Bravissimi. Sono felice che anche in Puglia ci siano ospedali d’Eccellenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento