News Foggia

Home » Notizie Puglia » News Foggia » 10mila tulipani per 100 scuole: in Puglia si insegna la bellezza

10mila tulipani per 100 scuole: in Puglia si insegna la bellezza

“In primavera i piccoli potranno raccogliere il fiore e portarlo a casa.”
10mila tulipani per 100 scuole: in Puglia si insegna la bellezza

I bambini pugliesi potranno scoprire la bellezza della propria terra e la magia dell’attesa grazie a un innovativo progetto che prevede che 10mila bulbi di tulipani vengano messi a disposizione di 100 scuole pugliesi.

Grazie all’iniziativa promossa dall’associazione di Promozione sociale Terra Promessa di Foggia, il cui nome è Coltiviamo il futuro… 10.000 bulbi di tulipani in 100 scuole pugliesi, ogni scuola primaria con al proprio interno un pezzo di terra coltivabile potrà prendersi cura dei bulbi di tulipani. Le domande potranno essere presentate entro il 14 dicembre.

L’idea nasce dall’esperienza della coltivazione del primo campo di Tulipani di Puglia, nelle vicinanze di Foggia. Dopo l’idea dello scorso aprile, quando i fiori sono stati donati agli ospedali italiani, un’altra iniziativa è stata custodita in attesa di diventare realtà: continuare a fare accadere il bene, affinché possa generare altro bene.

Scopri di più su: “Riuniti”, donati 700 tulipani per pazienti e operatori sanitari

Come presentare richiesta e quali sono i requisiti

Alle prime 100 scuole primarie di Puglia che ne faranno richiesta, collegandosi al sito www.tulipanidipuglia.it sarà inviato un kit con tutto l’occorrente per far vivere a 100 bambini l’esperienza di coltivazione del tulipano, un fiore bellissimo e molto ricercato, per un totale di 10 mila bambini coinvolti. Nel kit troveranno tutto l’occorrente per squadrare il campo, dissodarlo, e per piantare e prendersi cura di uno dei fiori più belli che la primavera propone. Ogni campo avrà un nome e ogni bambina/o potrà segnare il bulbo piantato con il proprio, e quando sarà primavera ognuno potrà ammirare o raccogliere il proprio fiore e portarlo a casa.

“Dopo anni in cui è come se fosse mancata la terra sotto i piedi – ha spiegato l’ideatore del progetto Giuseppe Savino -mi è venuta l’idea di far vivere ai giovani una sana e concreta esperienza di terra, attraverso la bellezza di questo fiore che nasce in Turchia e che poi negli anni trova la sua collocazione in Olanda. La nostra Puglia si trova in mezzo a queste due nazioni e ci piace pensare che la virtù sia proprio in questo stare in mezzo. Dalla terra possiamo imparare l’attesa, l’attenzione, possiamo apprendere i tempi agricoli possiamo toccare con mano la fatica e la felicità dei frutti attesi e amati.”


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento