News Lecce

Home » Notizie Puglia » News Lecce » Tricase, ecografo multidisciplinare in dono alla pediatria

Tricase, ecografo multidisciplinare in dono alla pediatria

“In molti casi consentirà ai piccoli pazienti l'esposizione ai raggi X.”
Tricase, ecografo multidisciplinare in dono alla pediatria

Il reparto di Pediatria Utin dell’ospedale Cardinale Panico di Tricase è stato omaggiato di un costoso ecografo multidisciplinare.

Di fascia medio-alta con dotazione di cinque sonde (convex, lineare pediatrica, settoriale pediatrica, settoriale neonatale, cardiologica) la preziosa strumentazione è stata donata da parte dell’associazione Lorenzo Risolo OdV.

Alla cerimonia di presentazione, che si è tenuta nel nosocomio di Tricase lo scorso 3 marzo, hanno partecipato la presidente dell’associazione Sonia Chietta e la direttrice dell’ospedale Panico Suor Margherita Bramato. Come specificato in quell’occasione, la donazione si è resa possibile grazie all’impegno dei volontari, dei tanti soci e delle numerose raccolte fondi e iniziative organizzate, tra cui quelle del 5×1000. L’ente, che da anni sostiene nel suo territorio, non solo economicamente, ma anche attraverso attenzioni e cure, i bambini e i ragazzi affetti da malattie, ha quindi confermato la sua vicinanza al mondo pediatrico salentino.

Ecografo multidisciplinare, qual è la sua importanza

Il primario del reparto Enrico Rosato ha spiegato come l’ecografo multidisciplinare consentirà un’importante implementazione tecnologica e una qualità di cura sempre più elevata per i pazienti.

“La diagnostica ecografica, per le sue caratteristiche di non invasività, rapidità e maneggevolezza – ha aggiunto – trova nell’età pediatrica un campo di applicazione ideale, potendosi svolgere anche in incubatrice o a letto del bimbo con informazioni in tempo reale e possibilità  di avviare tempestivamente le cure più adatte o, in molti casi, risparmiare l’esposizione ai raggi x. Nel nostro reparto vi è una forte connotazione ecografica con vari operatori formati ed esperti, specie nel campo  della diagnostica cardiovascolare e cerebrale, accanto ai quali stanno crescendo colleghi più giovani che hanno avviato e completato un processo di accreditamento nazionale in questo settore. L’arrivo di questa apparecchiatura sarà un importante contributo alla crescita della nostra realtà”.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento