News Brindisi

Home » Notizie Puglia » News Brindisi » Trasporti di Puglia, finanziamento di 116 milioni per treni e bus

Trasporti di Puglia, finanziamento di 116 milioni per treni e bus

“Dell'intera cifra saranno spesi quasi 44 milioni per l'acquisto di 4 nuovi treni.”
Trasporti di Puglia, finanziamento di 116 milioni per treni e bus

I trasporti della Puglia continuano a migliorare. Questo, perlomeno, è l’obiettivo definito dalla Giunta regionale, che ha stabilito dei nuovi livelli di servizio minimo per i trasporti ferroviari, marittimi e automobilistici urbani ed extraurbani.

Nonostante il sostanziale aumento dei km, a non cambiare, come hanno sottolineato il presidente Michele Emiliano e l’assessore ai trasporti Giovanni Giannini, saranno i costi per l’utenza.

Ad essere in arrivo 916 nuovi bus, dei quali 377 sono già marcianti sulle strade della Puglia e dei nuovi treni, che entro il 2024 saranno 75.

97 milioni di km di tratte

Le tratte della regione, così come spiegato da Emiliano, con il nuovo provvedimento sono aumentate da 90 a 97 milioni di km: oltre a servire tutta la regione, in questo modo si potrà avere una maggiore affidabilità dei trasporti, senza mai dimenticare la tutela dell’ambiente.

Se i servizi minimi ferroviari salgono da 13.867.868 treni.km, con un incremento del 3,3% rispetto al 2010, i servizi automobilistici diventano pari a 94.148.301 bus.km con un incremento del 4,4 %, mentre i servizi marittimi passano a 13.357 navi.km con un incremento del 62,5%.

Nuovi bus

Oltre ai servizi minimi previsti dalla legge per garantire di soddisfare la richiesta di mobilità dei cittadini, è anche possibile istituire dei servizi di trasporto aggiuntivi. Per il decongestionamento dei centri urbani e la salvaguardia dei livelli occupazionali, a fianco dei servizi minimi, il nuovo piano finanzia anche circa 3,1 milioni di bus.km aggiuntivi, portando, il complesso dei servizi per i prossimi affidamenti a 97.286.022 bus-km con un incremento di quasi l’8% rispetto al 2010.

Servizi marittimi

I comuni ai quali sono stati riconosciuti i servizi minimi salgono da 53 a 56, con le new entry di Bisceglie, Noicattaro e Triggiano, mentre per i servizi marittimi vengono riconosciute risorse per il Comune di Brindisi ed il Comune delle Isole Tremiti per i collegamenti tra l’isola di San Domino e l’isola di San Nicola.

Servizi ferroviari

La notizia del potenziamento dei trasporti in Puglia è arrivata in concomitanza di un’altra novità, che riguarda delle novità annunciate da Ferrovie italiane e che avvicinano Roma a Lecce.

Ogni weekend, quindi, si partirà il venerdì pomeriggio da Roma Termini alle 16.05 e si arriverà a Lecce alle 21.05 dopo una fermata intermedia a Bari Centrale. Il giorno successivo, quindi il sabato mattina, si partirà alle 7.30 per una sosta a Bari alle 8.53 e con arrivo a Roma Termini alle 12.25.

Anche Milano sarà più vicina grazie ai nuovi Frecciargento, che permetteranno di raggiungere il capoluogo lombardo in circa mezz’ora in meno rispetto all’attuale servizio.

Aggiornamento di gennaio 2020

Dopo un mese esatto dalle dichiarazioni di Emiliano e Giannini, la Giunta Regionale ha approvato lo stanziamento di 116 milioni da dedicare ai trasporti.

Come specificato, dei 116,56 milioni a disposizione, 72.765 milioni saranno spesi durante quest’anno per il rinnovo del materiale rotabile su gomma, mentre 43,795 milioni saranno destinati per il finanziamento al 100% dell’acquisto di quattro treni. Non si esclude, tuttavia, che, con l’arrivo di nuove risorse finanziarie, si possa procedere all’acquisto di un quinto treno.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento