Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Torre Matta, uno dei luoghi più suggestivi di Otranto

Torre Matta, uno dei luoghi più suggestivi di Otranto

“Scoperta non molti anni fa, questa struttura è rimasta sepolta per oltre 500 anni.”
Torre Matta, uno dei luoghi più suggestivi di Otranto

Tra i luoghi più suggestivi e tra le cose assolutamente da vedere di Otranto rientra anche la sua Torre Matta, un’antica costruzione la cui scoperta risale a pochi anni fa.

Sepolta per 500 anni in un bastione del castello di Otranto e ora riemersa in tutta la sua naturale bellezza, Torre Matta è considerata uno degli edifici più particolari della città.

Scopri di più su: Castello di Otranto, la fortezza che guarda verso oriente

Costruita dopo l’attacco turco del 1480, quando l’intera cortina muraria di epoca medievale fu devastata e rasa al suolo, la torre è collocata nella parte di bastione che volge verso il mare, presente sul lato sud della cortina e prospiciente al porto.

Storia della Torre Matta di Otranto

La sua collocazione, posta in uno dei punti più belli della città, è stata oggetto di due diverse fasi: durante la prima, quella di rinnovamento, furono utilizzate delle torri cilindriche (rondelle), mentre nella seconda le strutture furono trasformate in vere e proprie casematte e l’originaria rondella venne sostituita dal puntone più efficace nella logica del tiro difensivo di tipo radente. Dopo numerosi episodi, infatti, ci si rese conto ci come la forma circolare avesse un punto debole, che era proprio da ritrovare nella generatrice mediana della torre.

Fu proprio questo il caso della Torre Matta che fu poi inglobata all’interno di un bastione quadrangolare del ‘500, al fine di migliorare l’efficienza balistica di tutto il sistema difensivo.

Visita alla Torre Matta

Oggi utilizzata per ospitare mostre, convegni e incontri molto spesso svolti in sinergia con il vicino castello aragonese, la Torre Matta si presenta dal suo esterno con una porta di accesso originaria, al cui vano superiore si accede direttamente in un ambiente di tutta altezza, che rappresenta oggi la chiusura della cortina muraria attorno alla torre cilindrica originaria, della quale sono ancora presenti dei bellissimi beccatelli decorativi con motivi tipici dell’epoca.

Foto: francescogiannotta (Instagram)


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento