News Brindisi

Home » Notizie Puglia » News Brindisi » Torre Guaceto nel libro sulle migliori Aree Protette

Torre Guaceto nel libro sulle migliori Aree Protette

“Il capitolo dedicato alla riserva brindisina è stato scritto da Daniela Russi.”
Torre Guaceto nel libro sulle migliori Aree Protette

La riserva naturale di Torre Guaceto è stata inserita nel libro inglese Marine Protected Areas, Science, Policy and Management nel quale si analizzano vari aspetti delle Aree Marine Protette presenti sullo scenario mondiale come ad esempio politica, scienza e gestione.

All’interno della raccolta, la ricercatrice Daniela Russi ha scritto per l‘Institute for European Environmental Policy un capitolo dal titolo The Torre Guaceto marine protected area e what can we learn from this success story?.

Analisi delle Aree Marine Protette

Il lavoro, nato da un progetto finanziato dalla Commissione Europea, è stato volto ad analizzare a livello scientifico i benefici delle Aree Marine Protette per scoprire che, se correttamente gestite, portano benefici non solo agli ambienti naturali e ai loro abitanti, ma anche a tutta l’intera comunità di riferimento.

È stato proprio questo il caso della riserva brindisina, che, come ha raccontato la ricercatrice, è stata inserita all’interno dei dieci casi di studio che mostrano proprio come le AMP possano portare benefici ai settori del turismo e della pesca locali, naturalmente se amministrate con una strategia innovativa che coinvolga pescatori e operatori turistici. Il caso specifico di Torre Guaceto merita di essere menzionato poiché, nonostante il contesto socioeconomico difficile e con i finanziamenti pubblici limitati, l’Area Marina Protetta può portare al recupero degli ecosistemi, fornendo al tempo stesso alcuni vantaggi economici. Le restrizioni nell’ambito della pesca, infatti, hanno consentito un aumento del numero e delle dimensioni dei pesci che popolano le acque della riserva naturale, per un incremento non indifferente del reddito dei pescatori locali.

La gestione della riserva brindisina, quindi, si è mostrata come un modello da replicare e che merita di essere mostrata a tutto il mondo scientifico ma non solo. La soddisfazione per questa pubblicazione è stata quindi espressa dal presidente del Consorzio di Gestione dell’Area Protetta, Corrado Tarantino, che, oltre a dichiararsi lieto e orgoglioso del riconoscimento, si auspica che la dedizione costante e i brillanti risultati siano un incentivo per migliorare gli obiettivi di tutela e promozione di tutto il territorio.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento