News Bari

Home » Puglia Notizie » News Bari » Test Leucemia, a Bari è possibile misurare l’efficacia della terapia

Test Leucemia, a Bari è possibile misurare l’efficacia della terapia

Il merito è del team della professoressa Specchia, che ha messo a punto una diagnosi con la quale è possibile conteggiare le molecole Rna tumorale prodotte nel corso della terapia. Il test diagnostico è personalizzabile in base alle caratteristiche genomiche del tumore del paziente per individuare la singola cellula leucemica. Il team di ricercatori dell’Unità operativa semplice “Terapie Innovative Integrate con le Tecnologie Biomolecolari” attinente all’Unità operativa complessa di Ematologia con Trapianto dell’Università di Bari, diretto da Giorgina Specchia, ha pubblicato il test sulla rivista internazionale Oncotarget.

Nonostante sia basato su tecnologie d’avanguardia il test è di facile esecuzione e ha dei costi sostenibili che lo rendono adottabile da qualsiasi laboratorio. Studi futuri potranno confermare se la LMC, la leucemia mieloide cronica potrà essere utile per individuare in maniera semplice i pazienti candidati alla sospensione del trattamento farmacologico.

La realizzazione di questo test è partito da un’idea di base che potrà probabilmente essere estesa anche ad altre malattie oncoematologiche, per il miglioramento delle strategie diagnostiche e al tempo stesso prognostiche. I ricercatori hanno spiegato come sono giunti all’elaborazione di questo test: così come una macchina molto veloce riesce a confondersi nel traffico ma lascia comunque delle macchie d’olio, al tempo stesso è possibile monitorare la risposta al trattamento terapeutico nei pazienti affetti da leucemia mieloide cronica, con la misurazione delle molecole di RNA tumorale, come le macchie d’olio per la macchina, in questo modo si riesce a stabilire il grado di risposta alla terapia.

Limiti tecnici hanno impedito sino ad oggi di misurare la quantità di cellule leucemiche, non si potevano misurare direttamente. Numerosi i tentativi compiuti in passato in questo senso, spesso troppo costosi per essere impiegati nella pratica diagnostica. Ad oggi il team di ricercatori trentenni con il sostegno economico dell’associazione italiana contro le leucemie, è arrivato all’origine della leucemia mieloide cronica, una malattia che in Puglia registra 70 casi ogni anno.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia