News Lecce

Home » Notizie Puglia » News Lecce » Lieto evento a Porto Cesareo: nate 79 tartarughine

Lieto evento a Porto Cesareo: nate 79 tartarughine

“Le nuove arrivate hanno subito raggiunto il mare.”
Lieto evento a Porto Cesareo: nate 79 tartarughine

La natura permette sempre di godere di spettacoli unici. È proprio questo il caso che ha portato alla nascita di ben 79 tartarughine, nate in questi giorni lungo il litorale di Porto Cesareo.

Se poche ore prima una nascita simile si è verificata a Ugento, anche nella baia delle Dune si è assistito alla schiusa delle uova di Caretta caretta, tra l’incredulità e la gioia generale.

Le piccole creature, non appena venute alla luce, hanno raggiunto il mare cristallino attraversando un percorso di sabbia realizzato per agevolare il loro ingresso in acqua, circondate dalla folla entusiasta per aver assistito a uno spettacolo del genere.

Schiusa delle uova

Come riportato da diverse segnalazioni, intorno alle 16 un improvviso smottamento di sabbia ha fatto capire che il lieto evento, atteso dallo scorso 5 luglio, era pronto per verificarsi.

A partire da quella data, fino alla nascita, avvenuta il 6 settembre, l’attività di salvaguardia e monitoraggio è stata coordinata dall’Area Marina Protetta del presidente Remì Calasso e del direttore biologo Paolo D’Ambrosio e dai suoi collaboratori.

I 60 giorni di attesa, durante i quali villeggianti e turisti hanno aspettato trepidanti la schiusa delle uova, sono stati ampiamente ripagati da quanto vissuto durante la nascita delle 79 tartarughine. Il ‘parto’ a prova social, inoltre, ha consentito a tutti coloro che si erano appassionati alla vicenda di poter apprezzare il momento a distanza.

Tartarughine Caretta caretta

Se in un primo momento, verso le 18, sono state annunciate 72 tartarughine, nell’ora successiva ne sono sbucate altre 7. Come spiegato dagli esperti, le nuove arrivate nuoteranno per diversi giorni verso il largo, senza cibarsi, dove condurranno una vita pelagica sino alla loro maturità.

Trascorso questo periodo, spinte dall’istinto riproduttivo, torneranno verso la costa per accoppiarsi e per tornare (magari) a deporre nuove uova sulla stessa spiaggia dove sono nate. Lo spettacolo, si spera, potrebbe quindi ripetersi: le coste e i pugliesi sono pronti.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento