News Taranto

Home » Notizie Puglia » News Taranto » Street art, 4 milioni di euro per i murales. Puglia prima in Italia

Street art, 4 milioni di euro per i murales. Puglia prima in Italia

“Il progetto intende valorizzare e rendere più vivibili le periferie delle città pugliesi.”
Street art, 4 milioni di euro per i murales. Puglia prima in Italia

La Street Art in Puglia sarà ora sostenuto da un grande programma di sostegno, il più imponente d’Italia.

Come stabilito in questi giorni dalla Giunta della Regione Puglia, l’arte urbana sarà valorizzata attraverso un articolato programma di interventi che la vede protagonista come strumento di riqualificazione delle aree degradate e periferiche. Attraverso lo stanziamento pari a 3 milioni e 640 mila euro (a valere sul POR Puglia 2014-2020), è stato dato il via libera definitivo a una procedura negoziale con gli Enti che avevano manifestato interesse lo scorso anno, quando la Regione aveva invitato le amministrazioni pubbliche a presentare manifestazioni di interesse.

Periferie più vivibili grazie alla street art

Per rigenerare luoghi e beni pubblici con l’arte urbana, è stato quindi deciso di coinvolgere gli artisti e i cittadini per rendere più belle e attraenti le periferie pugliesi, che diventeranno così più inclusive e vivibili. La dimensione artistica, come ricordato dall’assessore all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone, può dare cuore e anima a un quartiere, suscitare emozioni e coinvolgere in esperienza.

Questo provvedimento, considerato tra i più innovativi di tutta Italia, ha visto anche l’interesse del Ministero per i beni e le attività culturali per il turismo, che ha avviato uno specifico programma in collaborazione con Inward Osservatorio nazionale sulla creatività urbana, al fine di effettuare nei prossimi mesi una prima ricognizione, nel territorio nazionale, delle opere di Street Art, Muralismo e Graffiti.

L’iniziativa, che fa parte del più ampio programma ‘STHAR LAB’, è stata approvata dalla Giunta della Regione Puglia a dicembre 2019 ed è finalizzata al recupero di beni e luoghi culturali appartenenti ad amministrazioni pubbliche attraverso laboratori di fruizione articolati in tre ambiti tematici (street art, teatri storici, habitat rupestri) in grado di attivare percorsi culturali di relazione pubblica e collettiva.

Nei prossimi giorni, inoltre, la Sezione regionale ‘Valorizzazione Territoriale’, diretta dalla dott.ssa Silvia Pellegrini, chiamerà le amministrazioni che hanno dimostrato manifestazioni di interesse a formulare, con una procedura completamente telematica nella cornice della piattaforma www.cartapulia.it (il portale dedicato alla Carta dei beni culturali della Puglia).


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento