Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Baia dei Pagliai, spiaggia incantevole delle Isole Tremiti

Baia dei Pagliai, spiaggia incantevole delle Isole Tremiti

“Sull'isola di San Domino un piccolo angolo di meraviglia.”
Baia dei Pagliai, spiaggia incantevole delle Isole Tremiti

Tra le incantevoli insenature delle Isole Tremiti è impossibile non restare affascinati dalle sfaccettature di colori e tonalità che si susseguono di baia in baia. Chiunque abbia avuto la fortuna di trascorrere un periodo nelle Diomedee porta con sé uno speciale ricordo che difficilmente affievolisce con il trascorrere del tempo.

Tra le cose imperdibili da conoscere delle Isole Tremiti c’è la spiaggia dei Pagliai di San Domino. Considerata l’insenatura più famosa e a prova di selfie, questa località è così chiamata poiché costituita da enormi massi che affiorano dal mare e che sembrano grosse balle di paglia appoggiate sull’acqua.

Spiaggia dei Pagliai, sabbia dorata e mare da favola

Raggiungibile esclusivamente via mare, la spiaggia dei Pagliai è costituita da una mezzaluna di sabbia dorata. Ciò che rende il tutto assolutamente d’incanto, oltre al suo scenario naturale (la baia è delimitata da alte scogliere rocciose) sono le sue acque limpide e ricche di tutte le sfumature possibili e immaginabili del blu. Il suo colore, degno delle tavolozze dei migliori pittori, sono un incanto in cui refrigerarsi e in cui nuotare circondati da alcuni piccoli pesci.

Il mare, basso vicino la costa, è a prova dei più piccoli e dei nuotatori non esperti. Anche questa particolarità, oltre allo scenario oggettivamente mozzafiato, rende la spiaggia dei Pagliai una delle più incantevoli di tutte le Isole Tremiti.

Bellezza irrealizzabile neanche dai migliori degli architetti, il blu del mare di questa piccola insenatura è in perfetto contrasto con il bianco della falesia circostante, donando così una visuale d’insieme vivida e luminosa.

Come arrivare alla spiaggia dei Pagliai

Per sostare in questo piccolo paradiso delle Tremiti ci sono due possibilità: o noleggiare un gommone con cui conoscere anche le altre calette circostanti, o affidarsi a un Acqua Taxi, un servizio apposito con cui concordare l’orario di arrivo e di partenza dalla spiaggia.

Foto: Matteo Nuzziello

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento