Primi piatti pugliesi

Home » Ricette Pugliesi » Primi piatti pugliesi » Spaghetti alla San Giuannin: cucina popolare pugliese

Spaghetti alla San Giuannin: cucina popolare pugliese

Spaghetti alla San Giuannin
Spaghetti alla San Giuannin
Porzioni
4 persone
Difficoltà
facile
Costo
basso
Calorie (per porz.)
563 calorie
Grassi (per porz.)
20 grammi
Preparazione
30 minuti
Cottura
20 minuti
Tempo totale
50 minuti

presentazione ricetta Presentazione

Gli Spaghetti alla San Giuannin, o San Giuannid in base alle zone e ai dialetti, sono un primo piatto della cucina popolare pugliese.

Questa possiamo definirla la ricetta “dell’ultimo minuto”, da fare quando si ha poco tempo e soprattutto il frigo semivuoto: servono davvero pochi ingredienti per improvvisare un piatto semplice, veloce e gustoso, dove la differenza la fa la genuinità dei prodotti pugliesi, quei pochi, poveri e fondamentali che si ha la certezza di trovare in tutte le case del sud.

Sono i famosi “spaghetti di mezzanotte” che soddisfano quel languorino che giunge quando si fanno le “ore piccole” a casa con parenti o amici e arriva il momento in cui sono tutti sopraffatti dalla fame: in pochi minuti si assicura un piatto saporito che rallegra la compagnia.

ingredienti ricetta Ingredienti per la ricetta

  • 400 g di spaghetti
  • 500 g di pomodorini ciliegini oppure 4-5 pomodori San Marzano
  • 2 spicchi d'aglio
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • peperoncino piccante secco
  • 2 cucchiaini di capperi dissalti
  • 6 filetti di acciughe sott'olio
  • sale q.b.

preparazione ricetta Preparazione

Mettere a bollire l'acqua per la pasta, non molto salata dato che il sughetto sarà già saporito di suo e intanto soffriggere aglio e peperoncino in una padella con dell'olio.

Appena l'aglio sarà leggermente dorato aggiungere prima i filetti di acciughe, poi i pomodorini tagliati a metà: schiacciarli con una forchetta in modo che rilascino il succo e lasciarli cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti fino a quando non inizieranno ad appassire.

Aggiungere al sugo un po' d'acqua di cottura degli spaghetti, ricordare di eliminare gli spicchi d'aglio, se si gradisce solo l'odore, aggiungere capperi e olive nere, se si hanno in frigo e se si gradiscono, un minuto prima di spegnere il fuoco.

Intanto fare molta attenzione alla cottura degli spaghetti che vanno scolati al dente, soprattutto perché è bene saltarli in padella un paio di minuti con gli altri ingredienti per farli insaporire e amalgamare bene al sugo.

Pronti per essere serviti, con un bicchiere di vino sono il piatto della felicità.


Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia