Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Scialmarino, meraviglioso scrigno sabbioso di Vieste

Scialmarino, meraviglioso scrigno sabbioso di Vieste

“Sulla strada che collega Vieste a Peschici un'ennesima meraviglia del Gargano.”
Scialmarino, meraviglioso scrigno sabbioso di Vieste

Il lungomare di Vieste e dintorni è ricco di baie, cale e insenature uniche. Sebbene siano tutte differenti tra loro, ciascuna di queste ha un tratto in comune: sono tutte bagnate da un mare limpido e cristallino.

Tra le numerose chicche del territorio viestano c’è anche la spiaggia di Scialmarino, sulla litoranea che collega Vieste a Peschici in località Santa Maria di Merino .

Frequentata per la sua sabbia fine dorata, questa località, grazie alla sua estensione di oltre 3 km, è una delle più frequentate della zona ed è distante poco più di 5 km dal centro storico.

Scelta dalle famiglie con bambini grazie ai fondali digradanti e alla possibilità di divertirsi in sculture di sabbia, la spiaggia di Scialmarino, conosciuta anche come Spiaggia Lunga o di Santa Maria di Merino, è ricca di strutture ricettive nelle sue vicinanze.

Dotata sia di tratti liberi che di stabilimenti balneari in grado di offrire tutti i comfort, questa località è una delle più frequentate dell’intera città, al pari di quella di Pizzomunno.

Scopri di più su: Spiaggia di Pizzomunno, litorale a prova di bambino a Vieste

Pet friendly, è spesso possibile apprezzare i piccoli amici a quattro zampe refrigerarsi nelle sue acque limpide.

Anche se principalmente frequentata da famiglie, sono tanti i ragazzi che scelgono di trascorrere le proprie giornate al mare qui. Complice la sua posizione e la presenza di venti, in molti si cimentano nel kitesurf. Per i meno esperti, inoltre, c’è un centro specializzato proprio all’interno della baia.

Spiaggia di Scialmarino, dove si trova

Per raggiungere la spiaggia di Scialmarino basta percorrere la litoranea che da Vieste conduce a Peschici per circa 7 chilometri e fermarsi nei pressi del Santuario di Santa Maria di Merino.

Scopri di più su: Santa Maria di Merino, la protettrice di Vieste

A questo punto non resta che parcheggiare nell’apposita area e raggiungere a piedi il sentiero che conduce nell’ennesimo angolo stupefacente del Gargano.

Foto di: Matteo Nuzziello


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento