Ricetta: Scarcella di Pasqua
Dolci e desserts pugliesi

Home » Ricette Pugliesi » Dolci e desserts pugliesi » Scarcella di Pasqua, dolce della tradizione pugliese

Scarcella di Pasqua, dolce della tradizione pugliese

Scarcella di Pasqua
Scarcella di Pasqua
Porzioni
4 persone
Difficoltà
media
Costo
medio
Calorie (per porz.)
498 calorie
Grassi (per porz.)
15 grammi
Preparazione
30 minuti
Cottura
30 minuti
Tempo totale
1 ora
presentazione ricetta

Presentazione

La Scarcella è il dolce tipico della tradizione gastronomica pasquale pugliese, difatti la si prepara durante la Settimana Santa o nella settimana precedente e simboleggia la liberazione dal peccato originale; è un grosso biscotto di pasta frolla fatto con ingredienti semplici e genuini a km 0 (farina, olio e uova).

La sua forma può variare: spesso si modella una colomba, che è uno dei simboli della Santa Pasqua in quanto rappresenta la nascita di una nuova vita con un forte richiamo religioso alla Resurrezione di Cristo, ma può anche assumere le sembianze di coniglietto, cestino, cuore, ciambella, agnello ecc. La si decora con uova sode incorporate in diversi modi in base alla forma, a volte anche con il guscio dipinto a mano, o anche con ovetti di cioccolato, perline d’argento (alimentari) e confettini multicolore come quelli che si utilizzano per i porcedduzzi salentini.

Esistono varie ricette per preparare questo dolce nei diversi comuni della regione con variazioni nell’impasto; questa che segue è la ricetta classica.

ingredienti ricetta

Ingredienti per l'impasto

  • 500 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • 3 uova
  • 10 g di ammoniaca per dolci
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • 50 g di latte tiepido
  • 50 g di olio evo
  • 1 pizzico di sale
  • latte per spennellare
ingredienti ricetta

Ingredienti per la farcitura

  • Uova sode
  • Codette colorate
  • Forme di animaletti in carta
preparazione ricetta

Preparazione Scarcella di Pasqua


Per realizzare la Scarcella di Pasqua, partite mettendo sulla spianatoia la farina a fontana. Aggiungete lo zucchero e mescolate con una forchetta. Inserite le uova una per volta, continuando sempre a mescolare. Sciogliete l’ammoniaca per dolci nel latte tiepido e lasciate assorbire le uova, inserendo a filo prima il latte e poi l’olio extra vergine d’oliva.

A questo punto iniziate a lavorare il vostro impasto con le mani. Non appena ottenuto un composto liscio ed omogeneo mettetelo da parte e lasciatelo riposare coprendolo con una ciotola. Nel frattempo recuperate le forme di carta. Prendete un pezzo d’impasto e stendetelo su una spianatoia infarinata. Date la forma desiderata poggiando il disegno sulla base (dell’impasto).

Al centro di ogni formina ottenuta poggiate l’uovo sodo che bloccherete con due strisce di impasto incrociate. Spennellate con il latte e decorate le codette a piacere.

Se volete realizzare le coroncine, prendete un pezzo di impasto e dividetelo in tre parti. A questo punto utilizzando i polpastrelli date a ciascun pezzo la forma di un filone. Intrecciate come fareste con una semplice treccia ed unite gli estremi. Spennellate con latte e distribuite corallini e codette a piacere.

Lasciate cuocere in forno preriscaldato a 170° per 30 minuti e la vostra Scarcella di Pasqua sarà pronta.

Ecco la video ricetta realizzata in collaborazione con Nunzia Bellomo, food blogger di Miele di Lavanda.


video

Il video della ricetta

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.

14 commenti su “Scarcella di Pasqua, dolce della tradizione pugliese

  1. Iolanda maceri ha scritto:

    Bellissima ricetta.

  2. Alba ha scritto:

    per quanto si possono conservare?

  3. Enza ha scritto:

    UNA ricetta accessibile a tutti

  4. Maria ha scritto:

    Bellissimi buona ricetta

  5. Silvana ha scritto:

    Oggi 7 Aprile 2020 mi adopero ad eseguire questa bella ricetta, sento che saranno ottimi grazie e serena Pasqua a tutta la nostra Italia

  6. Silvana ha scritto:

    ottimi

  7. Rosaria ha scritto:

    Ottima ricetta

  8. Alessandra Santoro ha scritto:

    Buongiorno! Cosa succede se non uso l’ammoniaca? Si può omettere o sostituire? Grazie!

  9. Cle ha scritto:

    I biscotti ti verranno meno inzupposi, che è la caratteristica dei biscotti on ammoniaca.
    Puopi sostituire con lievito per dolci per avere un effetto simile

  10. Maurizio ha scritto:

    Si può usare il lievito istantaneo per dolci, mettendo la quantità doppia indicata nella ricetta.

    1. Puglia.com ha scritto:

      Grazie per il suggerimento, Maurizio 🙂

  11. Maria ha scritto:

    Non ho ammoniaca. Uso solo farina biologica di farro integrale e al posto dello zucchero ho la truvia. Posso farla lo stesso farcendo con marmellata o nutella all’interno?

  12. Maria Grazia De Blasi ha scritto:

    Perché l’uovo deve essere sodo non si cuoce in forno.

    1. Puglia.com ha scritto:

      ciao Maria Grazia,
      no, l’uovo deve essere sodo prima di mettere tutto in forno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento