Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Santa Maria del Casale e il Giudizio Universale di Brindisi

Santa Maria del Casale e il Giudizio Universale di Brindisi

“L'affresco del Giudizio Universale di Rinaldo rende questa chiesa una delle più belle del territorio brindisino.”
Santa Maria del Casale e il Giudizio Universale di Brindisi

Considerata la più bella e originale chiesa nel suo stile nell’Italia meridionale, la chiesa di Santa Maria del Casale è una chicca appartenente alla fine del XIII secolo a poca distanza dalla Fontana Tancredi.

Se le sue forme romano-gotiche con le finestre che ne permettono l’ingresso di una particolare luce mistica rendono la chiesa di Santa Maria del Casale di una bellezza senza precedenti, l’affresco presente al suo interno consacra questo edificio come uno dei più particolari della Puglia: il Giudizio Universale di Rinaldo.

Giudizio Universale di Santa Maria del Casale

Firmato da Rinaldo da Taranto, la rappresentazione del Giudizio Universale rende la chiesa di Santa Maria del Casale una delle più conosciute del territorio brindisino. Articolato su quattro fasce orizzontali, così come tipico dello schema dell’epoca, in questo affresco le due inferiori sono interrotte dalla presenza dell’ingresso e domina in maniera gerarchica del Cristo in trono affiancato da Maria e il Battista, poi seguito dagli Apostoli e dagli Angeli. Nella seconda fascia, invece, è raffigurato il trono vuoto dell’Etimasìa, gli angeli che svolgono il volumen stellato e che suonano le trombe mentre intorno a loro risorgono i morti sia dalla terra che dal mare. Sempre più in basso, invece, alla destra del Padre, ci sono gli eletti, dove nella quarta fascia corrispondono il Paradiso. Alla sinistra, invece, c’è san Michele Arcangelo che pesa le anime sulla bilancia.

Madonna del Casale, facciata in pietra bianca

Altrettanto particolare, come anticipato, è la facciata. Il suo effetto d’impatto si deve sicuramente all’accostamento della pietra bianca di Carovigno al tufo locale che creano disegni a zig zag, a denti di sega, a spina di pesce o a scacchiera. Non esistono esempi di architettura simili a questo in Puglia, si pensa quindi che l’architetto abbia studiato questi modelli in Toscana, in Sicilia o anche in Turchia. Sia all’interno che all’esterno della chiesa, manca assolutamente la decorazione scultorea fatta eccezione per i capitelli delle colonne, che è invece affidata in toto alle pitture.

Per restare ancora più affascinati da questa bellezza senza tempo si consiglia una sua visita: la chiesa di Santa Maria del Casale (monumento nazionale dal 1875) è visitabile tutti i giorni dalle ore 08:00 alle ore 20:00.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento