Puglia Blog

Home » Puglia Blog » San Foca, spiagge da sogno delle Marine di Melendugno

San Foca, spiagge da sogno delle Marine di Melendugno

“Tra Torre Specchia e Roca Vecchia una località che viene presa d'assalto durante i mesi estivi.”
San Foca, spiagge da sogno delle Marine di Melendugno

Tra le numerose possibilità di svago delle Marine di Melendugno c’è anche San Foca, località tra Torre Specchia e Roca Vecchia che viene presa d’assalto soprattutto durante i mesi estivi.

Il successo di questo posto è sicuramente da attribuire dal già noto mare limpido e cristallino (non siamo distanti da Torre dell’Orso e dalla Grotta della Poesia) unito alla presenza di ogni tipo di attività commerciale.

Scopri di più su:
Grotta della Poesia, colori e atmosfere incantate nel Salento
Torre dell’Orso, frazione di Melendugno tra leggenda e mare cristallino

Il suo porto turistico, considerato uno dei più importanti del litorale tra Brindisi e Otranto, separa a nord e sud due insenature sabbiose. È proprio su una di queste due spiagge che si sviluppa il turismo di San Foca: queste località, dotate sia di spiagge libere che di lidi attrezzati, sono la meta ideale per ogni tipo di turismo, da quello più esigente a quello più avventuriero.

Spiagge di San Foca

Come anticipato, le sue spiagge sono separate dal porto turistico e si sviluppano sia in direzione Brindisi che Otranto.

La spiaggia più conosciuta è sicuramente quella della Fontanella: una delle più grandi di San Foca, questa località è il luogo ideale per divertirsi con lo snorkeling ed è caratterizzata da un arcipelago di scogli e isolotti, tra i quali spicca quello conosciuto come Scoglio de ‘otto, grazie alla sua forma che ricorda proprio il numero.

Sempre a nord come quella della Fontanella ci sono le spiagge di Brigantini, San Basilio e di Ciringhito, quest’ultima a pochi chilometri da Torre Specchia.

Verso sud, invece, dopo un litorale roccioso, torna quello sabbioso. I suoi fondali digradanti e a prova di bambino la rendono perfetta per le vacanze familiari. Affascinante è anche la macchia mediterranea circostante.

Assolutamente degna di visita la Grotta degli Amanti. Questo anfratto racchiude tra le sue rocce e il suo mare cristallino una storia struggente: stando alla leggenda qui si rifugiarono due giovani innamorati per ripararsi dal vento di tramontana per morire abbracciati mentre il mare si agitava sempre di più.

Cosa volere di più?

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento