News Taranto

Home » Notizie Puglia » News Taranto » Taranto, ritrovati scritti originali di Salvatore Quasimodo

Taranto, ritrovati scritti originali di Salvatore Quasimodo

“Il personale della biblioteca è già al lavoro per condividere le trascrizione.”
Taranto, ritrovati scritti originali di Salvatore Quasimodo

Un’incredibile e affascinante scoperta è avvenuta durante le operazioni di cura del patrimonio della biblioteca Acclavio di Taranto: gli scritti originali che il premio Nobel Salvatore Quasimodo lasciò alla biblioteca quando nel 1967 fu impegnato nel capoluogo ionico nella traduzione degli epigrammi del poeta greco Leonida da Taranto.

A rendere noto il rinvenimento è stato il sindaco della città, Rinaldo Melucci, che ha così commentato la notizia: “L‘emozione di vedere quei testi vergati a mano, l’emozione di vedere l’impronta di quella stessa mano, impressa sulla carta a garanzia dell’autenticità di quel lavoro intellettuale, è stata forte quanto il legame che ci unisce alla nostra storia”.

Taranto città di cultura da 28 secoli

Ancora una volta, anche grazie alle scoperte di questi giorni, Taranto si conferma un luogo di cultura da ormai 28 secoli. “Respiriamo la bellezza che altrove non possono nemmeno immaginare”.

L’amministrazione comunale, insieme con i funzionari della biblioteca Acclavio e con gli operatori di Museion, cui è affidata la cura del patrimonio bibliotecario comunale è già al lavoro per rendere queste meravigliose trascrizioni un patrimonio condiviso dell’intera comunità.
   


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:










Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento