News BAT

Home » Notizie Puglia » News BAT » Ruggiero Tatò, al 26enne di Barletta il premio di un concorso internazionale

Ruggiero Tatò, al 26enne di Barletta il premio di un concorso internazionale

“Il ragazzo sarà l'unico italiano a esibirsi al Carnegie Hall di New York.”
Ruggiero Tatò, al 26enne di Barletta il premio di un concorso internazionale

È un barlettano di 26 anni l’ultimo (di una lunga lista) orgoglio pugliese: Ruggiero Tatò, questo il nome del ragazzo, sarà l’unico italiano a esibirsi il prossimo 5 novembre alla Carnegie Hall di New York, considerato da tutti i musicisti come il tempio della musica.

Il chitarrista, infatti, si è rivelato il vincitore del prestigioso concorso musicale internazionale, il Golden Classical Music Awards. Dopo aver inviato online la sua audizione, Tatò volerà direttamente negli States per ricevere il premio che gli è stato assegnato in quanto vincitore della sua categoria.

La passione per la chitarra

Questo riconoscimento, come ha raccontato lo stesso 26enne, è avvenuto dopo anni e anni di esperimenti e studio (basti pensare che ha iniziato a suonare la chitarra come autodidatta quando aveva 10 anni). Ogni successivo compleanno è stato poi accompagnato da un piccolo traguardo, che gli ha poi permesso di laurearsi con il massimo punteggio al Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari. Durante tutto questo periodo, inoltre, il ragazzo ha continuato la propria attività concertistica che gli ha permesso di esibirsi sia un numerosi recital solistici che di gruppo. Il maestro, anche grazie a questi eventi, è riuscito a far apprezzare il suo talento e la sua maestria in diverti territori e italiani ma non solo.

L’incontro con il sindaco Cosimo Cannito

Prima di mostrare le proprie capacità negli Stati Uniti, Ruggiero Tatò è stato accolto dal sindaco della sua città, Cosimo Cannito, che ha voluto mostrare al barlettano la vicinanza e l’entusiasmo di tutta la cittadinanza per questo brillante risultato.

Il primo cittadino ha avuto quindi modo di congratularsi personalmente con il maestro di musica, sottolineando quanto questo importante riconoscimento renda fieri tutti i barlettani, consapevoli delle fatiche e delle difficoltà che un giovane musicista deve affrontare per riuscirsi ad affermarsi.

Il sindaco, quindi, si è augurato che l’esibizione al Carnegie Hall sia la prima dei palcoscenici internazionali sui quali mostrare il proprio talento musicale.



Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento