puglia
Dolci e desserts pugliesi

Home » Puglia Ricette » Dolci e desserts pugliesi » Cartellate al vincotto: tipico dolce pugliese di Natale

Cartellate al vincotto: tipico dolce pugliese di Natale

Cartellate al vincotto
Cartellate al vincotto
Porzioni
4 persone
Difficoltà
media
Costo
medio
Calorie
1260 calorie
Grassi
67 grammi
Preparazione
3 ore
Cottura
1 ora
Tempo totale
4 ore

Le cartellate al vincotto, carteddàte in dialetto locale, sono un tipico dolce natalizio della tradizione gastronomica pugliese, diffuso in tutta la regione.
Sono dei dolcetti friabili e croccanti, con delle bollicine sulla superficie dovute alla frittura della sfoglia e con un aroma di vino bianco. Questo dolce dalle origini molto antiche nella tradizione popolare simboleggia le lenzuola di Gesù Bambino; mentre altre ipotesi storiche parlano di una specialità arrivata nella nostra terra dall’antico Egitto dove veniva preparato per i faraoni; l’etimologia del termine cartellata viene dal greco kartallos che significa approssimativamente cesto.

Durante il periodo natalizio in giro per la Puglia ci sono numerose sagre di paese dedicate a questo dolce tipico, emblema del Natale insieme ad altre prelibatezze locali, ma è bello conservare la tradizione preparandole in casa e gustandole in famiglia seguendo la ricetta tradizionale.

Ingredienti per le cartellate al vincotto

  • 500 gr di farina bianca
  • 100 gr di vino bianco (Verdeca)
  • 400 gr di olio extravergine d’oliva pugliese
  • 1/2 litro di vincotto di fichi
  • acqua tiepida q.b.
  • sale q.b.
  • zucchero a velo e/o cannella

Preparazione delle cartellate al vincotto

Riscaldare l’olio con il vino bianco, si consiglia la Verdeca, in un tegame con un pizzico di sale; su un piano di lavoro impastare l’olio e il vino intiepiditi con l’acqua necessaria e la farina fino ad ottenere una pasta liscia, soda ed elastica; lasciarla riposare coperta da un panno per circa mezz’ora.

Stendere la pasta fino a renderla molto sottile e ritagliare con la rotella dentellata delle strisce lunghe 50 cm e
larghe 3 cm.

Pizzicare le strisce e formare delle rosette: partire dall’estremità e arrotolare le strisce su se stesse pizzicando i bordi per farle aderire meglio; queste si lasciano riposare e asciugare per una notte intera prima di friggerle.

Preparare un tegame largo e alto con abbondante olio bollente (150° circa) e immergere le cartellate per 1-2 minuti fino a quando iniziano a diventare di colore dorato.
Scolare e assorbire l’olio in eccesso su fogli di carta assorbente da cucina e far raffreddare all’aria aperta per 10-20 minuti.

Riscaldare in un tegame il vincotto per renderlo meno denso e intingere le cartellate che devono essere ben ricoperte e impregnate dal composto. Il vincotto di fichi può essere sostituito con il miele se si preferisce.

Infine spolverare con zucchero a velo e cannella: il dolce è servito ed è inoltre a lunga conservazione se tenuto lontano da luce e umidità.

Sorseggiare un bicchiere di Moscato di Trani, ottimo vino dolce da fine pasto, mentre si gustano le cartellate è il massimo della bontà.

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia