News Bari

Home » Notizie Puglia » News Bari » Randagismo in Puglia, nuove norme per la tutela degli animali

Randagismo in Puglia, nuove norme per la tutela degli animali

“Dopo ore di dibattito, maggioranza e opposizione hanno trovato un punto in comune.”
Randagismo in Puglia, nuove norme per la tutela degli animali

La Puglia avrà un nuovo regolamento circa il controllo del randagismo, dell’anagrafe canina e della protezione degli animali d’affezione.

Dopo quattro ore di discussione in Consiglio regionale e 35 emendamenti, è stato approvato il disegno che abrogherà la legge regionale numero 12 del 1995 e sempre inerente alla tutela degli amici a quattro zampe e di prevenzione del randagismo.

Cosa regolamenta il nuovo testo

Nato proprio per andare incontro a tutte le nuove e incalzanti esigenze che si sono rese necessarie dal 1995 ad oggi, e tenendo in considerazione il fattore che le altre regioni abbiano già da tempo introdotto nuovi modelli per puntare al benessere animale, anche la Puglia ha deciso di compiere un passo in avanti.

I migliori amici dell’uomo potranno ora liberamente accedere ai luoghi pubblici, ai locali commerciali e su diversi mezzi di trasporto.

Tra i tanti punti approvati da Consiglio ci sono anche numerose iniziative atte a tutelare il randagismo:

  • ogni comune dovrà nominare un referente in materia di randagismo;
  • l’aggiudicazione dei bandi per la gestione dei canili dovrà essere su base qualitativa, essendo il costo fisso e non soggetto al ribasso;
  • gli animali non potranno essere conferiti in strutture di ricovero lontane dalla provincia di appartenenza;
  • chiunque abbia subito condanne per maltrattamenti non potrà adottare un cane;
  • ci sarà la possibilità di sterilizzare presso la Asl gli animali che non erano mai stati sterilizzati in canile;
  • attivazione di una sezione informatica nella quale pubblicare foto e dati dei cani accalappiati;
  • trattamenti sanitari e sterilizzazioni gratuite per i cani delle aziende zootecniche;
  • divieto di detenzione a catena;
  • recupero da parte della Asl di cani e gatti vaganti.

A gioire, oltre agli amici quattro zampe, è stata anche L’Ente Nazionale di Protezione Animali, che ha affermato come con questa nuova legge la Puglia si ponga all’avanguardia sia rispetto ad altre Regioni del Sud che nell’intero panorama nazionale.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento