News BAT

Home » Puglia Notizie » News BAT » Radiologia della Asl Bt premiata a livello europeo per la radioprotezione

Radiologia della Asl Bt premiata a livello europeo per la radioprotezione

“Il dipartimento è stato insignito dell'importante riconoscimento dell'EuroSafe Imaging Stars.”
Radiologia della Asl Bt premiata a livello europeo per la radioprotezione

Il Dipartimento di Radiologia della Asl Bt, diretto dal dottor Tommaso Scarabino è stato insignito dalla Società Europea di Radiologia dell’importante riconoscimento dell’EuroSafe Imaging Stars per merito del suo lavoro svolto nell’ambito della radioprotezione.

Il premio ottenuto dal reparto pugliese rientra all’interno dell’iniziativa promossa dalla Società Europea di Radiologia volta a identificare e riconoscere tutte quelle strutture radiologiche che seguono le migliori pratiche di radioprotezione del paziente. Per il raggiungimento di questo obiettivo, naturalmente, sono state anche valutate le qualità degli operatori, aggiornati sulle migliori tecniche di radioprotezione e in grado di utilizzare dei protocolli dedicati, basati proprio sull’esperienza.

Corso europeo Avatar

Questo importante riconoscimento per il reparto pugliese è stato ufficialmente ottenuto durante il corso europeo Avatar che si è tenuto in questi giorni a Barletta e dedicato alla radiologia muscoloscheletrica. Tra i docenti di questa conferenza, oltre al professore Giuseppe Guglielmi che l’ha organizzata, hanno partecipato anche altri nomi di spicco della radiologia provenienti da Vienna, Amsterdam e Creta e il prof. Lorenzo Bonomo, già Presidente della Società di Radiologia, Italiana ed Europea, che ha ufficializzato il premio.

Il dipartimento radiologico della Asl Bt

Il riconoscimento europeo, come ha spiegato Tommaso Scarabino, è il risultato di un processo avviato da tempo e che ha permesso di lavorare sull’ottimizzazione della dose di raggi X. L’attenzione, ha proseguito il direttore, è rivolta specialmente verso quei pazienti oncologici che eseguono indagini radiologiche ripetute nel tempo e che devono quindi sottoporsi a periodici follow-up.

Gli step che hanno permesso di vincere il premio

Il dirigente fisico ed esperto qualificato di Radioprotezione della Asl Bt, la dottoressa Samantha Cornacchia, ha anche ricordato i diversi step che si sono resi necessari per il raggiungimento di imoportante risultato. Tra gli iter seguiti degni di evidenza sono stati:

  • revisione periodica e i controlli di qualità sugli esami di diagnostica per immagini
  • pubblicazioni di articoli scientifici attinenti la radioprotezione
  • la presenza di un sistema di monitoraggio automatico della dose di radiazioni impartita al paziente nel corso di indagini radiologiche
  • l’aggiornamento costante degli hardware e dei software del parco macchine in modo da ridurre la dose a valori in linea con gli standard nazionali.

 Il premio, ha concluso il Direttore Generale Asl Bt, è un punto di inizio e non di arrivo che ha riconosciuto l’attento lavoro svolto su tutto il territorio e che ora aspira a migliorare la qualità dei servizi resi.


Data:

Riproduzione riservata © Serviziweb Srl. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Sconti e offerte
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia