Puglia Blog

Home » Puglia Blog » Una Puglia ricca di teatri: i più affascinanti palcoscenici della regione

Una Puglia ricca di teatri: i più affascinanti palcoscenici della regione

Una Puglia ricca di teatri: i più affascinanti palcoscenici della regione

La Puglia vanta un panorama architettonico invidiabile e sin dagli albori della storia è stata patria di teatri ed anfiteatri sempre più moderni e rilevanti. Il teatro Petruzzelli a Bari divenne famoso negli anni ’90 già per ragioni che trascendono le sue qualità a causa dell’incendio che lo distrusse in buona parte, ma ora è aperto esattamente con lo stesso aspetto, relativamente, di quando venne fondato nel 1896. Frutto dei lavori della famiglia Petruzzelli insieme agli ingegneri bitontini Messeni fu uno dei primi ad avere luci e riscaldamento ed è tutt’ora il quarto per dimensioni su tutta la nazione. Dagli anni ’60 ad occuparsi della sua direzione artistica sono sempre stati i Messeni che han fatto in modo che sul palco passassero artisti di levatura internazionale fino ai tempi recenti dove la gestione è affidata alla Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli in seguito alla chiusura forzata di 18 anni per restauri. Se considerato insieme al teatro Margherita, al teatro Piccinini e al Kursaal Santalucia, il Petruzzelli forma il cosiddetto Miglio dei Teatri.

Un altro importante complesso teatrale è ammirabile a Barletta città della Disfida, dinanzi al Palazzo di Città: è il Teatro Giuseppe Curci, figlio del precedente Teatro di San Ferdinando crollato in seguito ad un cedimento nel tardo 1800. È al compositore che è stata dedicata la ricostruzione della precedente arena dedicata al re di Napoli in quanto lo stesso era stato il curatore artistico delle produzioni teatrali della città fino alla sua morte nel 1877. Sono stati numerosi i lavori realizzati al riguardo, soprattutto in seguito al secondo conflitto mondiale, ed è sempre stato d’ispirazione il modello del Petruzzelli a Bari. Numerose le opere d’arte presenti, dai busti in terracotta sul fronte al Carro del Sore presente sul rosone della copertura del palco.

Nel sud della Puglia spicca per attività il Teatro Paisiello di Lecce città del Barocco, dedicato al celebre violinista tarantino Giovanni Paisiello. Risalente al Diciottesimo secolo, fu donato dopo un secolo al comune di Lecce che decise di ricostruirlo per venire incontro alle esigenze della popolazione, ampliandolo e rendendolo più sicuro. La città inaugurò quindi la seconda apertura della sua struttura in concomitanza con le celebrazioni per la nuova capitale romana d’Italia nel 1870. Nel suo peristilio è possibile ammirare i busti di Giovanni Paisiello e Leonardo Leo, artista originario di San Vito dei Normanni; è tutt’ora uno dei più attivi teatri di tutta la regione ed è sempre possibile visitarlo approfittando di qualche spettacolo.

Altro tipico teatro all’italiana si trova a Foggia Teatro Umberto Foggiano inaugurato ufficialmente nel 1828 e costruito dall’ingegnere Luigi Oberty, principale polo teatrale della città. La cultura teatrale spicca nella provincia di Foggia sin dai tempi di Federico II, che ne fece capitale del suo regno e realizzò diversi anfiteatri per intrattenere i suoi cittadini. Il teatro Umberto Foggiano fu il primo grande teatro del comune, il suo attuale aspetto è tuttavia molto diverso dall’originale a seguito del passaggio dal regno di Napoli al regno d’Italia dove i fregi borbonici vennero sostituiti da quelli dei Savoia e un grande restauro cambiò totalmente la sua struttura. Inoltre furono effettuati lavori di decorazione della scena e del sipario affidati a Giuseppe Fania, già scenografo del San Carlo di Napoli e al pittore Nicola Parisi che realizzarono un telone raffigurante l’ingresso di Diomede in Arpi oggi visibile nel Museo Civico di Foggia.

Ben più moderno è il Nuovo Teatro Giuseppe Verdi di Brindisi, una “gigantesca palafitta in acciaio, opera dell’uomo moderno che vuole lasciare un segno sospeso sulla storia, sulle rovine di un’antica civiltà che rappresenta idealmente le fondamenta di una nuova stagione culturale per Brindisi città d’arte”. La sua struttura è imponente, il suo palco tra i più grandi d‘Italia, risulta essere tra i più moderni in quanto inaugurato nel 2006 con un concerto del maestro Riccardo Muti. Sorge su un sito archeologico di epoca romana visitabile per mezzo di una sopraelevazione del teatro rispetto al piano stradale ed è realizzato con infrastrutture adatte a tutti. Sono innumerevoli i teatri grandi e piccoli presenti sul territorio, ricchi di storia e frutto di una profonda e radicata cultura della recitazione che da sempre caratterizza la Puglia con la sua poliedricità e la sua spensieratezza.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia