News BAT

Home » Notizie Puglia » News BAT » Puglia tra le regioni più virtuose per la raccolta della carta

Puglia tra le regioni più virtuose per la raccolta della carta

“A stabilirlo l'indagine del Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica.”
Puglia tra le regioni più virtuose per la raccolta della carta

La Puglia è una delle regioni d’Italia più virtuose per il riciclo della carta. Questo è quanto emerso dalle indagini Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi, che ha mostrato come tutti i pugliesi abbiano dimostrato grande sensibilità rispetto ai temi della sostenibilità ambientale.

Per raggiungere il risultato attuale, come si legge in un comunicato stampa, è stato seguito un percorso che ad oggi conta più del 50% degli ambienti territoriali dotati di efficaci sistemi di raccolta differenziata spinta e di un piano impiantistico a gestione pubblica che sta vedendo concretamente la luce e che consentirà il trattamento dei rifiuti da raccolta differenziata in Puglia, creando opportunità economiche e occupazionali per l’intera regione.

Raccolta differenziata in Puglia in costante crescita

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha ricordato come questi risultati siano frutto di un’attività capillare sul territorio e di come siano destinati a migliorare ancora: osservando i dati nella raccolta di altre frazioni di differenziata si notano percentuali ormai stabili oltre il 50% e in costante crescita.

“La Puglia – ha continuato Emiliano – è un modello virtuoso da seguire a livello nazionale, ma ora dobbiamo chiudere il cerchio. A breve inaugureremo l’impianto di compostaggio di Bari e nei prossimi mesi si concluderanno gli iter per la realizzazione di altri 5 impianti, tra i quali quello per il trattamento della carta di Monte Sant’Angelo: puntiamo a valorizzare al massimo gli sforzi dei cittadini e ad abbattere notevolmente i costi di trattamento, non solo attraverso impianti funzionali al raggiungimento degli obiettivi dell’economia circolare, ma anche realizzando una rete industriale tecnologicamente avanzata che trasformi il rifiuto in risorsa, conferendogli nuova vita, creando ricchezza e riducendo l’utilizzo di materie prime”.

I dati a cui fa riferimento il governatore Emiliano si riferiscono a un incremento annuo, registrato nel 2019, dell’8%, pari a 204.529 tonnellate raccolte. La media pro-capite, considerando i poco più di 4 milioni di residenti in Puglia, è di 50 chili, mentre quella del Mezzogiorno si ferma a 41,8 chili.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento