puglia
News Bari

Home » Puglia Notizie » News Bari » Puglia, in campo 380 milioni di euro per nuovi bus urbani

Puglia, in campo 380 milioni di euro per nuovi bus urbani

56 milioni di euro, 26 milioni finanziati con risorse ministeriali, e 30 milioni con risorse FSC del Patto per la Puglia, che interesserà il rinnovo del 22% dell’intera flotta extraurbana. Sono i numeri messi in campo dalla Regione per attuare il Programma regionale di investimenti destinati al rinnovo del parco automobilistico per il trasporto pubblico locale. L’operazione permetterà l’acquisto di circa 380 mezzi nuovi di fabbrica, in classe di emissione Euro 6, a piano ribassato o equipaggiati per l’accessibilità di utenti a ridotta capacità motoria e/o non deambulanti, dotati di impianto di condizionamento dell’aria, dispositivo per il rilevamento posizione durante la corsa (AVL – Automatic Vehicle Location, tipo Gps), dispositivo per la validazione elettronica a bordo dei titoli di viaggio (es. carte ContactLess, interfacci con i sistemi AVM/AVL), dotazione di dispositivo di conteggio dei passeggeri in salita e discesa, indicatori digitali di percorso.

Il contributo unitario massimo assegnabile sarà pari a 146.800 euro e non potrà comunque superare il 70% della spesa sostenuta al netto d’IVA

“Con queste innovazioni dei bus nuovi potremo implementare il biglietto unico bus treno che ha bisogno di infrastrutture omeogenee” – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini. “Attori dell’operazione saranno ovviamente le imprese titolari dei contratti di servizio per il trasporto interurbano regionale e provinciale che esercitano servizi aventi percorrenze superiori a 50.000 Km/anno e per un periodo annuo non inferiore a 100 giorni, nonché le società che effettuano i servizi sostitutivi/integrativi di trasporto ferroviario” per un’operazione che sfiora complessivamente tra investimento pubblico e investimento privato 80 milioni di euro. Obiettivo: sostituire 207 bus E0, 13 bus E1 e 158 bus E2. Ai fini del rinnovo dell’attuale parco autobus interurbano, viste le percorrenze annue dei servizi di TPL di ogni singola impresa, si interverrà prima con la sostituzione di tutti gli autobus E0 ed E1, di proprietà delle imprese interessate, immatricolati in servizio di trasporto pubblico di linea, e poi, con le restanti risorse, per la sostituzione degli autobus E2 in proporzione alle percorrenze annue di TPL effettuate.

Le economie generate dall’espletamento delle procedure di gara, saranno riutilizzate per l’acquisto di ulteriori mezzi con le medesime caratteristiche dei primi. “Questo – ha concluso l’assessore – è il primo passo per un disegno più ampio, già tracciato negli strumenti di pianificazione regionale (vedi il Piano Attuativo del Piano regionale dei trasporti 2015-2019 ed il Piano Triennale dei Servizi 2015-2017), che vuole abbinare il rinnovo del parco mezzi gomma e ferro, all’utilizzo delle moderne tecnologie infrastrutturali come il contactless e dispositivi AVM/AVL, necessarie ad avviare azioni smart per un trasporto pubblico sempre più sostenibile, di qualità, comodo e capace di rispondere alle esigenze dei tanti cittadini che ogni giorno per spostarsi usa il mezzo pubblico. Facilitare l’utente nel processo di acquisto dei biglietti, introdurre per specifiche relazioni tariffe integrate ferro-gomma, con risparmi certi per i pendolari è diventato un obiettivo imprescindibile se vogliamo rafforzare la sostenibilità del sistema.Va fatto ogni sforzo per migliorare la qualità dell’offerta al fine di incentivare sempre più l’utilizzo del mezzo pubblico. Con i fondi europei successivamente, ci occuperemo del rinnovo del parco mezzi del trasporto pubblico urbano”.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia