News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Public Scape Taranto, il senso collettivo del paesaggio con l’arte

Public Scape Taranto, il senso collettivo del paesaggio con l’arte

“Un progetto coinvolgente che ha interessato i migliori luoghi della città di Taranto con arte e installazioni.”
Public Scape Taranto, il senso collettivo del paesaggio con l’arte

Public Scape Taranto, conclusosi di poco, è stato un concorso volto allo sviluppo del programma di residenze artistiche We are Taranto, all’interno del progetto Green Routes. Il progetto è stato finanziato nel bando Ambiente è sviluppo, dalla Fondazione con il Sud. Un’iniziativa che ha inteso lavorare su differenti interventi artistici diffusi all’interno delle città per mettere in collegamento le istituzioni culturali, le comunità, le imprese ed al tempo stesso le associazioni della città di Taranto e della provincia, in una specie di dialogo continuo e sinergico che coinvolga anche il paesaggio antropico e naturale locale.

Il progetto Public Scape Taranto

Il progetto si è sviluppato con l’uso di numerosi e differenti linguaggi artistici. La residenza artistica è stata incentrata sulla città di Taranto dal 30 agosto al 6 settembre interessando diversi luoghi simbolo della città dei due mari: il castello Aragonese, il ponte girevole, gli ex conventi di San Domenico, Sant’Antonio, Santa Chiara e i chiostri, il museo diocesano, il museo di Arte Sacra, la Torre dell’Orologio, la Scuola Volontari dell’aeronautica Militare ed il Mar Piccolo che sono diventati contenitori e contenuti di arti e bellezze, in un dialogo continuo con le città e le comunità.

I luoghi della città di Taranto

La scelta è stata incentrata su sette diversi luoghi della città dando l’opportunità di costruire una narrazione urbana collettiva con l’uso dell’arte come elemento di valorizzazione della stessa città. Nel corso delle scorse settimane il progetto ha interessato monumenti e luoghi storici importanti con una serie di opere, laboratori sul tema e performances. Partendo dal castello sino ad arrivare ai chiostri del centro storico cittadino sono state visibili le opere, tra cui quelle di Micaela Lattanzio e Cristiano Petrucci, Las-Land Art Salento, Fabulism e Ammostro. Al castello Il terzo paradiso, un’opera ispirata al Manifesto del Pistoletto e Hortus Mytilus. Un giardino di reste impiantato invece nell’ex convento di Sant’Antonio, a cui si vanno ad aggiungere le opere itineranti che sono visibili sino al prossimo 15 settembre: Sulla Ruota di Taranto di Claudio Beorchia, Attraversa-menti di Maria Grazia Carriero, Imprinting di Annalisa Macagnino e Francesca Speranza, Fossili del presenti di Angelo Pacifico.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia