News Lecce

Home » Notizie Puglia » News Lecce » Il programma di Sviluppo Rurale è salvo: fondi non persi

Il programma di Sviluppo Rurale è salvo: fondi non persi

“A comunicare la bella notizia è stato il governatore Michele Emiliano.”
Il programma di Sviluppo Rurale è salvo: fondi non persi

L’utilizzo dei fondi del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione Puglia, così come comunicato direttamente da Bruxelles, è stato prorogato.

La lieta notizia, dunque, permetterà a tutti i coltivatori nelle graduatorie di riscuotere l’importo dovuto. Contrariamente a quanto lasciato intendere negli scorsi mesi e come spiegato in una nota stampa della Regione, l‘Unione Europea ha escluso che ci siano state colpe degli uffici dell’assessorato dell’Agricoltura nella gestione del Programma di Sviluppo Rurale. A causare le perdite di tempo che hanno visto vacillare i finanziamenti sono stati, così come stabilito da Bruxelles, i procedimenti giudiziari in corso.

La soddisfazione di Michele Emiliano

Come dichiarato con soddisfazione dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dunque, la Commissione Europea ha approvato la richiesta di proroga per l’utilizzo delle risorse del Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2014-2020 non ancora spese al 31 dicembre 2019. I servizi della DG Agri, infatti, hanno trovato corrette le motivazioni addotte dalla Regione Puglia nella propria istanza prendendo atto delle cause di forza maggiore che hanno rallentato l’avanzamento della spesa.

Queste, infine, le parole del governatore: “Una buona notizia, in un momento certo non facile per la Puglia, che restituisce dignità all’importante lavoro svolto dal personale con la Commissione Europea e, poi, nella predisposizione del dossier teso a comprovare le legittime richieste della Regione Puglia”.

Cosa è il PSR

Il Programma di Sviluppo Rurale è il principale strumento di finanziamento, programmazione e attuazione del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) attraverso il quale la Regione Puglia promuove gli interventi utili per lo sviluppo del territorio. 

Questo progetto, quindi, ha permesso a numerosi agricoltori della regione di investire su conoscenza ed innovazione, sui processi di ammodernamento delle aziende, sulla crescita e il miglioramento delle infrastrutture.

A beneficiare dei fondi europei, dunque, non saranno solamente gli agricoltori risultati idonei e in graduatoria, bensì l’intera comunità pugliese.

video

Video


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento