News Taranto

Home » Puglia Notizie » News Taranto » Provincia di Taranto, pioggia di milioni per due edifici storici

Provincia di Taranto, pioggia di milioni per due edifici storici

Provincia di Taranto, pioggia di milioni per due edifici storici

Un investimento complessivo da circa 11 milioni di euro: è l’esborso al quale si sottoporranno le imprese italiane ed estere che si sono aggiudicate per i prossimi anni (fino ad un massimo di 50) la gestione di 15 tra fari e strutture costiere del secondo bando di Valore Paese del Demanio. Tra le aree coinvolte non poteva certo mancare la Puglia, per l’esattezza la provincia di Taranto: due sono le strutture affidate in concessione nel tacco d’Italia. Si tratta del Convento di San Domenico Maggiore Monteoliveto, a Taranto, struttura risalente alla prima metà del ‘600, e della Torre Castelluccia Bosco Caggioni a Pulsano, sempre in provincia di Taranto. Quest’ultima fu costruita come torre di vedetta costiera e dopo fu adibita a “torre dei cavallari” del Principe.

Il Convento di San Domenico Maggiore Monteoliveto e la Torre Castelluccia Bosco Caggioni saranno oggetto degli investimenti di privati

Nell’elenco delle altre strutture affidate in concessione ci sono altre strutture dall’assicurato valore storico e architettonico tra le quali il Faro di Capo Zafferano, a Santa Flavia, Il Padiglione Punta del Pero a Siracusa, lo Stand Florio a Palermo, il Faro Formiche, nell’isolotto di Formica Grande (in provincia di Grosseto), il Faro della Guardia Ponza (Latina),il Faro di Punta Polveraia nell’Isola d’Elba (Livorno), il Faro di Punta Libeccio a Marettimo (Trapani), il Faro di Punta Spadillo a Pantelleria, il Faro di Capo Mulini ad Acireale (Catania), il Faro di Capo Milazzo (Messina) e il Faro di Capo Faro Isola di Salina.Lo stato, spiega una nota ufficiale emanata dall’Agenzia del Demanio, incasserà oltre 420 mila euro di canoni annui per una cifra complessiva di 8 milioni di euro.


Data:

Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia