Ricetta: Propato (lu prupate)
Dolci e desserts pugliesi

Home » Ricette Pugliesi » Dolci e desserts pugliesi » Propato (lu prupate): dolce tipico del Gargano con miele e buccia d’arancia

Propato (lu prupate): dolce tipico del Gargano con miele e buccia d’arancia

Propato (lu prupate)
Propato (lu prupate)
Porzioni
4 persone
Difficoltà
media
Costo
medio
Calorie (per porz.)
643 calorie
Grassi (per porz.)
3 grammi
Preparazione
10 minuti
Cottura
35 minuti
Tempo totale
45 minuti
presentazione ricetta

Presentazione

Quello che vi presentiamo è il Propato, in gergo “lu prupate”, un dolce caratteristico della zona garganica. Preparato durante tutto il corso dell’anno, nei panifici della zona, trova la sua origine nella memoria tradizionale, poiché veniva preparato nel corso di matrimoni, comunioni o battesimi. Questo dolce infatti si caratterizzava come un dono da regalare agli invitati con la bomboniera.

L’insieme di sapori speziati all’interno del preparato, elaborato con cannella, chiodi di garofano, miele e buccia di arancia, vede nella ricetta originale la fondamentale presenza del lievito madre (il quale però può anche essere sostituito dal lievito di birra fresco), nella lievitazione della ricetta originale si prevedono 24 ore ma è possibile anche poter procedere in maniera molto più semplice e veloce.

ingredienti ricetta

Ingredienti per la ricetta

  • 500 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di miele
  • 1 uovo
  • 12 g di lievito di birra
  • la buccia di un’arancia
  • chiodi di garofano tritati (1 cucchiaino circa)
  • 1 cucchiaino di cannella
preparazione ricetta

Preparazione


Andate a sciogliere il lievito di birra in un po’ d’acqua tiepida, formate una fontana con la farina e aggiungete lo zucchero, il miele, l’uovo, le spezie, la buccia d’arancia ed il lievito sciolto. Successivamente cominciate ad impastare per ottenere una palla elastica (aggiungendovi all’occorrenza dell’acqua o del succo d’arancia). Mettete la palla a lievitare per circa 4-5 ore, dopo le quali andrete a riprendere l’impasto ricavandone un filone di 50 centimetri. Questo filone lo arrotolerete per poi metterlo in uno stampo a ciambella senza scanalatura, lasciandolo lievitare per altre 2-3 ore dopo le quali andrete ad infornare il tutto per 30-35 minuti, fino ad ottenere la completa doratura del dolce stesso. Il dolce risulterà una volta cotto, abbastanza asciutto, proprio per questo è consigliabile accompagnarlo con un vino o dello spumante secco. Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:

Turismo e curiosità
Eventi e sagre
Ricette pugliesi
Notizie rilevanti
Sconti e offerte
Inserisci Azienda Puglia
Crea Email Personalizzata
Segnala Evento Puglia