News Foggia

Home » Notizie Puglia » News Foggia » Potito, il Greta pugliese ha ricevuto un premio da Emiliano

Potito, il Greta pugliese ha ricevuto un premio da Emiliano

“Il 12enne ha ottenuto il riconoscimento Radici di Puglia.”
Potito, il Greta pugliese ha ricevuto un premio da Emiliano

Potito Ruggiero, il ragazzino di 12 anni, è stato l’unico alunno sceso in piazza a Stornarella per dire il suo no ai cambiamenti climatici.

Durante il Terzo Global Strike dello scorso settembre, Potito ha manifestato solo, con un cartello sul quale aveva rappresentato una torta farcita di materiale inquinante e plastica impreziosita dallo slogan “Ti tengo d’occhio”.

Scopri di più su: Anche la Puglia ha la sua Greta: la storia di Potito

La sua storia, paragonata a quella della svedese Greta Thunberg, gli ha permesso di ricevere il più importante riconoscimento della Regione, il premio “Radice di Puglia”.

La sua ricompensa è stata conferita ieri nel corso del Forum regionale “Agire per il clima”, durante l’evento che chiama a raccolta sindaci, esperti, associazioni e cittadini per scrivere insieme il Piano Strategico Puglia 20-30 e la Strategie per lo sviluppo sostenibile della Regione.

Le parole di Potito dopo il premio

Il 12enne, non appena è stato premiato con la scultura “Radice di Puglia” ha dichiarato quanto il premio fosse per lui importante e della sua volontà di dedicarlo a tutti quei ragazzi che con coraggio e partecipazione manifestano per il clima.

Michele Emiliano, invece, ha voluto specificare come il premio ricevuto da Potito sia stato consegnato non solo dal presidente della Regione ma da tutta la Puglia intera per la sua grande determinazione. Come ha poi aggiunto il governatore, “Guardando il suo volto, ho capito non solo che la speranza che abbiamo nel futuro è ben riposta ma soprattutto che ci saranno tanti cittadini che non consentiranno a tutti quei furbacchioni che pensano di fare soldi sacrificando l’ambiente e la salute di prevalere sul buon senso e sui diritti di ciascuno”. Durante la cerimonia della premiazione, Potito ha poi spiegato di aver manifestato per il futuro dei ragazzi, perché, come dice anche Greta, stanno togliendo il futuro. La sua speranza, ha rivelato il 12enne, è proprio quella di incontrare l’attivista svedese per riuscire a coniugare le idee di entrambi


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento