News Lecce

Home » Notizie Puglia » News Lecce » Porto Selvaggio e Secche di Ugento prime oasi blu della Puglia

Porto Selvaggio e Secche di Ugento prime oasi blu della Puglia

“A stabilirlo la determina dirigenziale del Dipartimento Agricoltura della Regione Puglia.”
Porto Selvaggio e Secche di Ugento prime oasi blu della Puglia

Porto Selvaggio è ufficialmente diventata Oasi Blu. A stabilirlo la determina dirigenziale del Dipartimento Agricoltura della Regione Puglia dello scorso 21 gennaio, che ha così premiato la proposta di perimetrazione a cura dell’assessorato dell’Ambiente del Comune di Nardò e che la rendono, insieme a Le Secche di Ugento, la prima a essere istituita in Puglia.

Soddisfazione per questo importante riconoscimento è stata espressa dall’assessore all’Ambiente Mino Natalizio, il quale ha ricordato come le peculiarità del parco di Porto Selvaggio comprendano ben tre siti della Rete Natura 2000, di cui uno si allarga anche a mare a tutela di una prateria di Posidonia oceanica. Come sottolineato da Natalizio, inoltre, lo stesso ministero dell’Ambiente ha valutato i fondali di Porto Selvaggio meritevoli di un maggiore grado di protezione.

Grazie all’istituzione dell’Oasi Blu, dunque, la meraviglia pugliese sarà maggiormente tutelata e protetta con le sue risorse marine, attraverso strumenti di gestione come regolamentazione delle attività professionali, sportive e ricreative a tutto vantaggio della pesca sostenibile e dell’ambiente.

Oasi Blu, protezione di fondali e aree marine

La legge n. 43/2017, infatti, individua le acque e le risorse marine delle Oasi Blu come forme di protezione. Il sito di interesse comunitario è quello della Palude del Capitano (ricadente all’interno del parco), che si estende anche in mare a tutela della prateria di Posidonia oceanica.

“La nostra Oasi, insieme a quella di Ugento – ha commentato il sindaco Pippi Mellone – è la prima ad essere istituita in Puglia, così come Porto Selvaggio fu il primo parco naturale ad essere istituito nella nostra regione. Devo ringraziare l’assessore Natalizio che ha voluto e inseguito con determinazione questo risultato e tutti coloro che vi hanno contribuito. È chiaro che l’Oasi, oltre a portare ricadute positive in termini di tutela, salvaguardia e valorizzazione del tratto di mare prospiciente Porto Selvaggio, porterà sicuri benefici, anche economici, per i nostri pescatori”.


Data:

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Non riceverai spam ma messaggi in base agli interessi selezionati. Potrai inoltre annullare l'iscrizione in ogni momento.

Seleziona gli argomenti a cui sei interessato:






Inserisci Azienda
Crea la tua Email
Promuovi Evento